Viaggi e turismo

I 5 borghi più belli e caratteristici da visitare in Capitanata a settembre

Con l’arrivo di settembre e le temperature in calo, l’autunno non sembra poi così lontano e la natura si prepara a cambiare dolcemente i suoi colori e a regalarci spettacoli emozionanti e suggestivi.

Se c’è chi approfitta degli ultimi weekend estivi per godersi ancora i borghi marinari del Gargano e le loro splendide spiagge, c’è chi invece sta già programmando qualche gita fuori porta alla scoperta di borghi dell’entroterra della provincia di Foggia immersi in paesaggi da favola.

Settembre è il mese ideale per concedersi un weekend o una giornata in piccoli e caratteristici borghi incorniciati da scorci incantevoli in cui provare ottima cucina locale, perdersi tra stretti vicoletti e trascorrere ore in totale relax. Romantici e pittoreschi centri a pochi chilometri da Foggia in cui rilassarsi dopo le vacanze al mare. Ecco cinque borghi della Capitanata perfetti per ammirare il cambio di stagione a settembre.

Rocchetta Sant’Antonio

Perfetto per una gita fuori porta o per trascorrere un weekend rilassante tra aria fresca e buona cucina, il piccolo borgo medievale di Rocchetta Sant’Antonio è una meta perfetta per scoprire le potenzialità del turismo di prossimità. Ci troviamo nell’ultimo paese della provincia al confine tra Basilicata e Campania, un piccolo borgo circondato da boschi e campi di grano dominato da un austero e curioso castello cinquecentesco.

Profumi dei manicaretti che inondano le stradine, tradizioni di un tempo, scorci incantevoli, antiche chiese, casette basse, vicoletti, palazzi medievali, edifici rinascimentali e un panorama stupendo che vi conquisterà.

rocchetta-sant-antonio
Crediti Foto: Puglia.com

Faeto

Custodito tra meravigliosi boschi di faggi, sorge nella zona del Subappennino Dauno Meridionale, il piccolo e pittoresco borgo di Faeto. Questo piccolo centro, abitato da circa 700 persone, vanta un centro storico molto caratteristico, in cui potrete ammirare la Chiesa Madre del Santissimo Salvatore e perdervi tra le tante stradine che portano al “cunnùtte“, ovvero la porta del paese, regalandovi una vista mozzafiato sugli incantevoli boschi che circondano il paesino.

Per quanto riguarda il cibo, invece, il borgo di Faeto è famoso per il delizioso prosciutto di maiale nero, una vera e propria prelibatezza protagonista di una rinomata sagra che cade annualmente nel mese di agosto.

faeto(2)
Crediti Foto: Ennio Mascia

Biccari

Un altro borgo perfetto per essere scoperto e visitato in questo periodo è sicuramente quello di Biccari. Un gioiellino dei Monti Dauni in provincia di Foggia che non smette di stupire i suoi visitatori.

A Biccari si può vivere un’esperienza unica, magica e speciale nel fiabesco bosco di Biccari con le caratteristiche Bubble Room immersi nella natura per degustare i prodotti tipici dei Monti Dauni con un fantastico cesto picnic.

biccari

Monte Sant’Angelo

Ci spostiamo sul Gargano per raggiungere Monte Sant’Angelo, uno dei borghi più caratteristici della provincia di Foggia fa visitare nel mese di settembre. Tra mare e cielo, Monte Sant’Angelo si sviluppa nel cuore del Parco Nazionale del Gargano ed è sede di ben due Siti riconosciuti Patrimonio mondiale dell’Umanità tutelato dall’UNESCO.

Con le sue piccole casette bianche dell’antico rione Junno e il suo croccante e delizioso pane è una delle localtà montane più frequentate del Gargano. Questo piccolo borgo del Foggiano è anche una delle capitali pugliesi della buona tavola e del buon bere, famose sono le ostie ripiene (ostie ripiene di mandorle tostate e miele), il caciocavallo podolico, le pettole natalizie, i poperati, gli scaldatelli (tipici taralli pugliesi), il pancotto, e ultimo ma non per importanza, il pane di Monte Sant’Angelo.

monte-santangelo

Vico del Gargano

Conosciuto come il romantico paese dell’amore e degli agrumi, Vico del Gargano è uno dei Borghi più belli d’Italia e sicuramente uno dei più caratteristici di tutta la Capitanata. Se visitate questo piccolo borgo garganico con la vostra dolce metà ricordatevi di scambiarvi un tenero bacio nel cosiddetto Vicolo del bacio, il vicolo più romantico di tutto il Gargano.

In questo borgo sarà piacevole perdersi tra le viuzze ora che le temperature sono diventate più piacevoli e il sole meno rovente. Tante le chiese visitabili in questo caratteristico borgo del Gargano, le più famose che vi segnaliamo sono sicuramente la Chiesa del Carmine, la Chiesa Matrice e la Chiesa della Misericordia. Per una pausa pranzo che si rispetti a Vico vi consigliamo ovviamente di gustare l’ottima paposcia locale. Una prelibatezza che conquista anche i palati più esigenti. Si tratta di un particolare panfocaccia tipico dei paesini del Gargano da farcire con diversi e deliziosi condimenti.

terrarancia-vico

 

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 28 anni, sono una giornalista pubblicista, una copywriter, content creator e cantastorie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da due anni curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Scrivo e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock