Cultura e territorio

Pupurati: cannella, cioccolato e mandorle. Ecco il dolce foggiano della tradizione

La cucina foggiana è fatta di tante ricette semplici, spesso considerate “povere”, nelle quali si cerca di sfruttare e mettere in luce gli ottimi prodotti locali. Tra i dolci della tradizione non possiamo non parlarvi dei pupurati, in dialetto foggiano pup’rat.

Questi particolari e deliziosi biscotti si preparano soprattutto a San Severo, così come in altre paesini della provincia di Foggia, dove sono detti anche “peperati”.

Questi dolci sono legati ad un particolare periodo dell’anno, quello della festa di tutti i santi e della commemorazione dei defunti, ma non è inusuale trovarli anche in altri periodi dell’anno nei forni e nelle pasticcerie della provincia di Foggia.

La storia di questi biscotti particolarmenti saporiti con cannella, cioccolato e chiodi di garofano, si costruisce attraverso i ricordi e le tradizioni del passato, quando le famiglie della provincia di Foggia non possedevano nulla e creavano piatti sì gustosi ma molto poveri.

I “pup’rat” rappresentano, infatti, una delle massime espressioni di povertà e, al tempo stesso, di creatività e originalità pugliese.

Questo dolce dal caratteristico profumo di cannella, simile ai tradizionali mostaccioli natalizi, ha una ricetta antichissima che si tramanda di generazione in generazione.

Ecco gli ingredienti per preparare i pupurati

Gli ingredienti per preparare questi profumati biscotti sono molto semplici: farina, zucchero, mandorle, cannella, chiodi garofano e il delizioso mosto cotto (principe dell’autunno in Capitanata).

  • 1kg di farina 00
  • 75 ml di olio extra vergine d’oliva
  • 100 g di mandorle tritate
  • 15 g di cioccolato
  • 1 busta di cannella
  • 1 busta di chiodi di garofano
  • 2 bustine di lievito per dolci
  • 200 g di cacao amaro
  • 300 g di zucchero
  • 200 ml di mosto
  • latte q.b.

Per preparare questo dolce è necessario disporre la farina lasciando un buco al centro. In questo andrete a mettere l’olio, il mosto cotto, il cacao amaro. Impastate unendo gli altri ingredienti a disposizione, fino ad ottenere un impasto morbido.

Infine la pasta ottenuta deve risultare morbida ma non eccessivamente. L’impasto va tagliato formando un cordone di 4 centimetri di larghezza. Tagliate in obliquo andando a formare dei pezzi di pasta da posizionare poi nella teglia da forno già oleata con sopra un leggero velo di farina.

Cuocete in forno per 15 minuti alla temperatura di 160°, 170° massimo.

Fonte: http://lacrunadellagodilesina.over-blog.ithttps://www.puglia.com/peperati-dolce-tipico-del-foggiano/

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock