Viaggi e turismo

Weekend dell’Epifania, dove andare in provincia di Foggia: consigli per un fine settimana di relax

L’Epifania tutte le feste porta via e quest’anno il 6 gennaio ha permesso a tanti lavoratori di concedersi un bel ponte per rilassarsi e concludere le festività natalizie con un lungo weekend di riposo. Cosa fare in questo weekend? Molti foggiani si stanno interrogando su come impiegare questo fine settimana per recuperare le energie prima di tornare a lavoro e iniziare una nuova settimana.

Molti hanno preferito lasciare la Capitanata per trascorrere una settimana bianca, o per meglio dire un weekend bianco, in zone di montagna in Abruzzo e Molise, altri invece lo stanno trascorrendo a casa tra maratone di serie Tv e lunghe partite a carte in famiglia.

Tuttavia, a pochi chilometri da Foggia, ci sono alcune mete facilmente raggiungibili che potrebbero rendere questo weekend indimenticabile, mete turistiche gettonate anche in inverno perfette per un paio di giorni di totale relax nella stagione più fredda. Ogni stagione, infatti, offre panorami diversi e regala emozioni uniche ai visitatori che possono apprezzare i borghi dei Monti Dauni e del Gargano dall’estate all’inverno.

Il modo migliore per rilassarsi e trascorrere alcuni giorni in totale relax senza allontanarsi troppo da casa è quello di optare per quello che viene definito “turismo di prossimità“, ovvero scegliendo mete da scoprire a pochi chilometri dalla propria città in cui trascorrere alcuni giorni in completo relax.

Se per questo weekend siete alla ricerca di piccoli centri in cui trascorrere giornate spensierate e visitare luoghi interessanti circondati dalla natura della Capitanata, ecco alcuni consigli utili per scoprire la bellezza invernale della provincia di Foggia.

Vieste e la Foresta Umbra

“Il mare d’inverno è un concetto che il pensiero non considera, è poco moderno, è qualcosa che nessuno mai desidera”, canta Loredana Bertè eppure il mare d’inverno conserva un fascino unico. Il silenzio e la pace che possono regalare lunghe passeggiate in spiaggia in queste giornate vi permetteranno di ricaricare le pile e iniziare la nuova settimana con più energia.

La perla del Gargano, la deliziosa cittadina di Vieste, è incantevole in qualsiasi stagione e sebbene l’estate sia il momento ideale per viverla pienamente e godere della sua bellezza tra alte falesie, grotte marine ed escursioni in barca, anche durante i mesi invernali può essere considerata a tutti gli effetti una vera e propria perla del Gargano.

Godetevi un weekend rilassante coccolati dal suono delle onde del mare, passeggiate lungo le viuzze del centro storico e provate la cucina tipica locale in uno dei tanti ristoranti presenti. Se viaggiate in auto vi consigliamo di fare un’escursione in Foresta Umbra, il polmone verde del Gargano, e di soggiornare nell’affascinante Elda Hotel, un innovativo presidio di tutela e valorizzazione dell’habitat naturalistico del noto Parco pugliese.

Credits Elda Hotel

Biccari e gli altri borghi dei Monti Dauni

Un’altra meta da prendere in considerazione per chi vuole allontarnarsi dalla monotonia della vita cittadina per trascorrere un weekend a stretto contatto con la natura della Capitanata, è sicuramente Biccari.

Piccolo borgo dei Monti Dauni, il centro di Biccari è un comune di poco più di 2mila abitanti che sorge sul territorio del Subappennino Dauno e che con la sua posizione permette di ammirare il Tavoliere delle Puglie in tutta la sua bellezza.

Il panorame che offre questo caratteristico borgo è davvero sensazionale e per gli amanti del trekking l’area naturale lago Pescara – Monte Cornacchia – bosco Della Cerasa offre un’occasione ideale per vivere giornate all’insegna del relax e della natura. A dominare l’area di Biccari vi è la vetta più alta della Puglia, Monte Cornacchia,con i suoi 1.152 metri di altezza.

Protagonista di una delle 14 puntate di “Generazione Bellezza” di Rai3, Biccari non smette mai di stupire e accogliere i suoi visitatori e lo fa in un modo genuino e semplice con sapori, profumi e tante attività.

Se preferite zone collinari e montuose, i borghi dei Monti Dauni faranno sicuramente al caso vostro. Oltre a Biccari, ci sono tanti altri piccoli centri che meritano di essere visitati e che sono perfetti per un weekend fuori porta anche in inverno. Ve ne citiamo alcuni: Faeto, Bovino, Roseto Valfortore, Pietramontecorvino, Alberona.

Gargano d’inverno: alla scoperta dei borghi

Chi ha detto che sul Gargano si va solamente in estate? Durante i mesi invernali i piccoli e caratteristici borghi garganici regalano scorci imperdibili e se innevati sembrano disegnare sul promontorio un vero e proprio presepe.

Se amate i panorami mozzafiato e la genuinità del Gargano, ecco alcuni borghi che dovete assolutamente visitare in questo weekend per assaggiare i piatti tipici, visitare siti storici degni di nota e soggiornare in masserie immerse tra i boschi e gli uliveti in totale relax.

Vico del Gargano: paese dell’amore e degli agrumi, Vico del Gargano è uno dei Borghi più belli d’Italia. Se visitate questo piccolo borgo garganico con la vostra dolce metà ricordatevi di scambiarvi un tenero bacio nel cosiddetto Vicolo del bacio, il vicolo più romantico di tutto il Gargano. Tante le chiese visitabili in questo caratteristico borgo del Gargano, le più famose sono sicuramente la Chiesa del Carmine, la Chiesa Matrice e la Chiesa della Misericordia. Vi consigliamo di gustare l’ottima paposcia locale. Panfocaccia tipico dei paesini del Gargano da farcire con diversi e deliziosi condimenti.

Monte Sant’Angelo: perla bianca del Gargano montanaro, con le sue casette bianche dell’antico rione Junno e il suo croccante e delizioso pane conquista da sempre l’affetto di numerosi visitatori e turisti. Monte Sant’Angelo è conosciuto in tutto il mondo per il Santuario di San Michele Arcangelo, luogo di culto e pellegrinaggio, diventato dal 2011 patrimonio dell’UNESCO. Questo piccolo borgo del Foggiano è anche una delle capitali pugliesi della buona tavola e del buon bere, famose sono le ostie ripiene (ostie ripiene di mandorle tostate e miele), il caciocavallo podolico, le pettole natalizie, i poperati, gli scaldatelli (tipici taralli pugliesi), il pancotto, e ultimo ma non per importanza, il pane di Monte Sant’Angelo.

San Giovanni Rotondo: meta di pellegrinaggio per eccellenza in Puglia, San Giovanni Rotondo è conosciuto in tutto il mondo e ogni anno sono sempre tantissimi i fedeli che raggiungo il piccolo centro del Gargano per portare omaggio alle spoglie di San Pio da Pietralcina. Questo borgo incastonato nel cuore del Parco Nazionale del Gargano alle pendici del Monte Calvo sembra vivere in un eterno presente.

Se amate il mare d’inverno non potete non fare una sosta a Peschici. Qui vi accoglierà un dedalo di stradine e vicoletti, antichi trabucchi e piccole botteghe. Questa località, frequentata soprattutto durante i mesi estivi da turisti italiani e stranieri, sorge su un’altura a picco sul mare. Una meta pittoresca che regala grandi emozioni anche d’inverno.

 

 

 

 

 

 

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 28 anni, sono una giornalista pubblicista, una copywriter, content creator e cantastorie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da due anni curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Scrivo e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock