Crediti Foto: Claudia Amatruda

Viaggio a Foggia: cosa vedere e cosa fare

Un viaggio tra antichi edifici, chiese, teatri e tradizioni

Foggia Reporter

Foggia, capoluogo di provincia della Puglia, è una città ricca di chiese, arte, storia e cultura. Non mancano per i turisti che la visitano luoghi per divertirsi e per gustare i piatti tipici della tradizione pugliese.

In più, per chi avesse intenzione di fare un viaggio più lungo nella zona di Foggia, non mancano altri siti di interesse, importanti sia dal punto di vista storico che religioso.

Cosa vedere a Foggia

Nell’ambito del turismo è importante avere varie certificazioni di inglese, che sono importanti e fondamentali nel lavoro in generale, in una società ormai al passo con i tempi. Conoscendo l’inglese si può fare anche il mestiere di guida turistica, per accompagnare i turisti di altre nazionalità alla scoperta delle più belle città italiane, come nel nostro caso la città di Foggia.

Chi si trova a visitare Foggia troverà qui numerosi edifici storici, patrimonio e testimonianza delle tante civiltà che hanno popolato la città e si sono susseguite nel corso dei secoli. Questi edifici sorgono, in particolare, nella zona del centro storico, il cosiddetto quartiere Cattedrale, cuore della città, molto suggestiva da visitare.

Infatti, passeggiando nella parte storica della città, si possono ammirare molti edifici religiosi e chiese molto antiche. Alcune di queste, sono davvero molto particolari e suggestive, come la caratteristica Chiesa dei Morti, dedicata a Santa Maria della Misericordia e costruita sulle strutture ipogee dell’antico Palatium federiciano.

Un’altra chiesa che merita di essere visitata è sicuramente la Chiesa di San Giovanni Battista o Basilica Minore di San Giovanni Battista. Questa storica chiesa, costruita originariamente nel XVI secolo, è stata elevata alla dignità di basilica minore nel 1889.

Altri edifici, invece, risalgono all’epoca di Federico II: proprio in età federiciana furono fatti costruire due palazzi signorili con annessi lussureggianti giardini, di cui oggi ne rimangono i resti in un sito archeologico poco lontano dalla città di Foggia. Tracce di Federico II si possono ritrovare anche in città, lì dove un tempo il grande imperatore fece costruire il suo Palazzo imperiale.

Altri edifici che fanno da sfondo in questa zona sono risalenti al ‘700-‘800, poiché tutti gli altri, purtroppo, sono andati distrutti da alcuni terremoti. Tuttavia restano in piedi ancora alcuni meravigliosi palazzi signorili, come uno dei più antichi di Foggia, il Palazzo della Dogana: qui venivano pagati i dazi all’età degli Aragonesi. Oggi è la sede della Provincia di Foggia e al suo interno vengono ospitate mostre ed esposizioni. Questo Palazzo è anche stato nominato Patrimonio dell’UNESCO nel 2013.

Conoscere una città significa conoscere la sua storia attraverso i suoi vicoli, i suoi monumenti, i suoi profumi, le sue leggende, i suoi colori e i suoi palazzi. Tra i caratteristici ed eleganti palazzi presenti nel cuore di Foggia vi consigliamo: Palazzo Buongiorno, in piazza del Purgatorio, risalente al 1762, Palazzo Tortorelli, un antico palazzo del 1731 legato intorno al quale aleggia una storia misteriosa e Palazzo De Vita, un antico palazzo che incanta da sempre tutti, foggiani e visitatori, con il suo aspetto antico e la sua aria romantica.

In stile Liberty è il Palazzo dell’Acquedotto, uno dei simboli della città di Foggia insieme alla Fontana della Sele, in piazza Cavour. Fra le chiese, da visitare è la Cattedrale di Foggia (Chiesa della Beata Maria Vergine Assunta in Cielo) la cui struttura originaria risale al 1170. Infatti con il terremoto del 1731 venne ricostruita in stile barocco.

Divertimento e svago a Foggia

La città di Foggia non offre solo cultura, storia e religione, ma anche svago, divertimento e buona cucina. Uno dei punti di riferimento più importanti della città è il Teatro Umberto Giordano, centro di cultura che ha ospitato eventi molto importanti come, in occasione della riapertura, l’orchestra diretta da Riccardo Muti.

Venne fatto costruire nel 1828 dall’ingegner Luigi Oberty in stile neoclassico e al suo interno è custodito il pianoforte di Umberto Giordano.

Il centro cittadino è il luogo ideale per rilassarsi e fare shopping oltre che sostare in uno dei ristoranti e gustare un po’ della cucina del posto. Passeggiando fra le vie del centro, sarà possibile anche degustarestreet food come il panzerotto o le pettole, rigorosamente fritte.

La cucina di Foggia è ricca di tradizione e sapori genuini: carne e pesce cucinati con spezie, verdure e ortaggi del territorio che renderanno i vostri pranzi e le vostre cene davvero indimenticabili. Regina delle tavole foggiane è sicuramente la braciola al sugo, un piatto che mette sempre d’accordo tutti, grandi e piccoli.

Per chi ama i mercatini, dal lunedì al sabato (dall’alba fino alle 14) si tiene il Mercato Rosati, in cui è possibile acquistare prodotti tipici, ortaggi, pesce e tanto altro ancora. Un vero e proprio viaggio folkloristico tra odori, sapori e colori della città di Foggia.