Crediti Foto: manganofoggia.it

Foggia, Piazza XX settembre: lo slargo che cambiò vari nomi

La nostra città è costellata da tante piazze che ospitano palazzi storici e ...

Foggia Reporter

Foggia – La nostra città è costellata da tante piazze che ospitano palazzi storici e illustri. Luoghi di aggregazione, chiacchierate e risate, le piazze a Foggia da sempre rappresentano un punto di incontro per i cittadini. Tempo fa vi abbiamo parlato di Piazza Italia, la piazza più frequentata dai foggiani che nel corso della sua storia ha cambiato tanti nomi. Questa curiosa caratteristica la accomuna ad un altro slargo famoso della città, Piazza XX settembre.

Il largo settecentesco ospita affascinanti palazzi settecenteschi di immenso valore che contornano la piazza stessa. Nel libro di Carmine de Leo,”Foggia e le sue piazze”, scoprimo la storia di questa antica e gentilizia piazza foggiana realizzata nel 1762 in occasione del completamento dei lavori di Palazzo Dogana.

Dopo il devastante terremoto del 1731, un po’ alla volta, la città iniziò a svilupparsi fuori le mura cittadine. In quel periodo nacquero i quartieri delle “Croci” e di “Sant’Antonio Abate”, quest’ultimo prese corpo intorno alla chiesa ominima.

Questo quartiere detto poi degli “Scopari” per via della presenza di questi artigiani, ospitò il nuovo palazzo della Regia Dogana per la mena delle pecore, conosciuto anche come Palazzo Reale (vi soggiornavano i reali in visita a Foggia). L’imponente costruzione del Palazzo della Dogana domina ancora oggi il lato ovest dello slargo. All’inizio proprio per questo motivo Piazza XX settembre prese il nome di Largo Palazzo.

A sud invece possiamo ammirare la facciata neoclassica della chiesa di San Francesco Saverio, conosciuta anche come Chiesa delle Colonne per via delle sei colonne che abbelliscono e decorano il pronao d’ingresso di stile ionico. Davanti la chiesa, al centro della piazza, non possiamo non notare una fontana, dallo stile semplice e pulito, che fu inaugurata nel dicembre 1982.

Continuiamo ora il nostro viaggio nella storia di Piazza XX settembre, una piazza che in alcuni giorni dell’anno diventa davvero suggestiva. Durante la processione del Venerdì Santo, infatti, questo slargo nel cuore della città, ospita l’incontro commovente tra la Madonna Addolorata e il corpo di Gesù. Sono sempre tantissime le persone che si fermano lungo i lati del piazzale per vivere questo toccante momento.

Nell’800 l’ampiezza della piazza permetteva l’incontro tra i reali che visitavano la città, parate militari, comizi e proteste: in questa piazza, infatti, si radunava la folla quando voleva protestare. Dopo la seconda metà dell’800 cambiò il suo nome in Piazza Prefettura, per poi cambiarlo definitivamente in Piazza XX settembre nel 1895.