Home»News Foggia Calcio»Cuore e grinta. Il Foggia soffre ma supera 3-2 l’Ascoli allo Zaccheria.

Cuore e grinta. Il Foggia soffre ma supera 3-2 l’Ascoli allo Zaccheria.

Il Foggia centra la terza vittoria consecutiva superando 3-2 l'Ascoli allo Zaccheria, portandosi così a quota 4 punti in classifica. Tre punti pesantissimi per i rossoneri, ottenuti con cuore e grinta contro un Ascoli mai domo e ben messo in campo da Vivarini

Il Foggia centra la terza vittoria consecutiva superando 3-2 l’Ascoli allo Zaccheria, portandosi così a quota 4 punti in classifica. Tre punti pesantissimi per i rossoneri, ottenuti con cuore e grinta contro un Ascoli mai domo e ben messo in campo da Vivarini. In svantaggio dopo soli 5′ per il gol di testa di Brusco, gli uomini di Grassadonia hanno reagito pareggiando prima con un destro angolato di Deli al 10′ poi con il secondo gol consecutivo di Galano, abile a ribattere a rete al 14′ la respinta di Perucchini sul tiro di Busellato. Al 29′ il pareggio di Ganz. Nella ripresa, nel miglior momento degli ospiti, il Foggia trova la rete del 3-2. Cross di Kragl dalla sinistra, colpo di testa di Mazzeo respinto da Perucchini e tap-in di prepotenza di Alberto Gerbo che fa esplodere lo Zaccheria. Sofferenza finale, ma il punteggio non cambia. I rossoneri resistono agli assalti ascolani e portano a casa un successo fondamentale per il morale e per la classifica.

Le formazioni:

FOGGIA: Bizzarri, Loiacono, Camporese, Martinelli, Gerbo, Busellato, Carraro, Deli, Kragl, Mazzeo, Galano.
In panchina: Sarri, Noppert, Ranieri, Agnelli, Tonucci, Zambelli, Cicerelli, Chiaretti, Rizzo, Boldor, Ramè, Gori.
Allenatore: Gianluca Grassadonia.

ASCOLI: Perucchini, Troiano, Ganz, Ninkovic, Padella, Quaranta, Cavion, Addae, Beretta, Brosco, Laverone.
In panchina: Lanni, Bacci, De Santis, Baldini, Rossetti, Zebli, Casarini, Parlati, Kupisz, Coly, Valeau, Frattesi.
Allenatore: Vincenzo Vivarini.

Arbitro: lorenzo Maggioni di Lecco. Assistenti: Marco Bresmes di Bergamo e Marco Scatraglia di Arezzo. Quarto ufficiale: Juan Luca Sacchi di Macerata.

Primo tempo:

Ascoli in vantaggio al 5′. cross dalla trequarti di Laverone e colpo di testa di Brusco. Zaccheria gelato.

Al 10′ arriva la reazione. Gran destro dai venti metri di Deli, che trafigge Perucchini di precisione.

Al 14′ Foggia in vantaggio. Miracolo di Perucchini sul destro di Busellato, irrompe Galano che scarica in rete il pallone del 2-1. Seconda rete in maglia rossonera per Cristian Galano.

Non molla l’Ascoli che perviene al pareggio al 29′. Ganz mette lo zampino sulla conclusione di Cavion, superando un incolpevole Bizzarri. Si va al riposo sul punteggio di 2-2

Secondo tempo:

Parte meglio l’Ascoli, che si rende pericoloso con un destro a giro di Ganz da fuori area. Al 51′ Galano prende la mira e spara il mancino, la palla termina di poco a lato. Grassadonia inserisce Tonucci per Loiacono, uscito per infortunio.

Al 55′ in campo anche Cicerelli per Busellato.

Al 69′ Kragl scalda i guanti di Perucchini con una punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore. Passano due minuti e i rossoneri trovano il gol del 3-2: traversone di Kragl dalla sinistra, colpo di testa di Mazzeo respinto da Perucchini e tap-in vincente di Gerbo.

Soffre il Foggia nel finale ma al termine dei quattro minuti di recupero gli uomini di Grassadonia con esperienza e tenacia portano a casa la vittoria.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Buon compleanno Giuseppe Loiacono!

Articolo successivo

Lo storico Paraty Pub costretto a chiudere: il palazzo è inagibile