Crediti: vieste.it

Gargano delle meraviglie: ecco 5 luoghi da visitare assolutamente

Ecco 5 luoghi da visitare assolutamente sul Gargano

Foggia Reporter

Il Gargano è un luogo incantevole, purtroppo, troppo spesso dimenticato dalla Regione e isolato. Il Gargano è un potpourri di sapori, tradizioni, storie, leggende, panorami mozzafiato, chiese, feste e paesaggi naturali che fanno sognare.

Il Gargano ha tantissimo da offrire: le gradinate bianche, gli storici trabucchi, le grotte, le Isole Tremiti con la loro storia antichissima e la loro bellezza disarmante, i boschi, le calette nascoste, il Nero di Troia, le leggende sulle sirene, il caciocavallo cotto alla piastra, le chiesette di pietra bianca, il profumo delle zagare, il saliscendi di stradine in cui il bianco fa da padrone, i negozietti di souvenir, le reti azzurre dei pescatori appese alle pareti bianche, e ristoranti che affacciano sul mare, sul nostro mare, cristallino, unico e magico al tramonto.

Se in questo weekend infuocato di giugno avete voglia di trascorrere una giornata tra mare cristallino, promontorio, storia, sapori e natura, ecco 5 luoghi del Gargano da visitare assolutamente.

Vieste

Passate una giornata sulle spiagge di Vieste, eletta regina della Puglia, con il naso all’insù per ammirare Pizzomunno. Passeggiare nel centro storico di Vieste vi regalerà una sensazione unica, sarete circondati da antiche costruzioni in pietra chiara ed erosa dalla brezza marina, tipiche di questi lughi, e verrete accarezzati dalla profumata aria di mare. Se avete voglia di un tuffo non esitate a visitare le splendide spiagge di Vieste e le sue incantevoli grotte: le grotte marine di Vieste sono una vera e propria attrazione alla quale è possibile accedere tramite la barca.

Vieste

Peschici

Un altro centro garganico da visitare e nel quale perdersi tra le viuzze, è sicuramente Peschici. Piccolo e caratteristico, questo paese di soli 4000 abitanti, negli ultimi anni è diventato meta di turisti italiani e stranieri soprattutto per i suoi incantevoli trabucchi, silenziosi giganti del mare testimoni di antiche pratiche di pesca e di un tempo ormai passato. Se decidete di trascorrere una giornata a Peschici non potete non gustate la famosa e buonissima “paposcia”, pan focaccia tipico del Gargano farcito e molto gustoso. Avete voglia di un fresco gelato? A Peschici è obbligatoria la tappa alla nota Gelateria Michel, in cui potrete gustare tutti i sapori del Gargano in un goloso gelato artigianale.

peschici
Crediti Foto: edenpuglia

Foresta Umbra

Se al mare preferite la natura incontaminata e selvaggia optate per la Foresta Umbra. Nel Gargano abbiamo una riserva naturale bellissima nella quale viene voglia di perdersi per sentirsi immersi in una vera e propria fiaba. Polmone verde del Parco Nazionale del Gargano, ha una superficie di circa 10.000 ettari ed è ubicata nella parte più interna del promontorio del Gargano, presenta una geografia accidentata con rilievi che raggiungono gli 800 metri sul livello del mare e propaggini che si spingono fino alle coste. La Foresta, inoltre, vanta una fauna molto variegata, si possono incontrare il Capriolo garganico, il Gatto selvatico, il Cinghiale, il Tasso, la Donnola, il Ghiro, il Gufo reale, il Gufo comune, il Picchio, l’Allocco, il Barbagianni, la Gazza e la Beccaccia.

Foresta Umbra

Abbazia di Santa Maria di Pulsano

Tra i luoghi suggestivi del Gargano non possiamo non citare la storica Abbazia di Santa Maria di Pulsano, un luogo incantevole e solitario incastonate tra le alture del promontorio. Visitare questa particolare abbazia è sicuramente un’esperienza da non perdere per poter ammirare da vicino la bellezza di questi luoghi a pochi passi da noi e poter immaginare la particolare vita degli eremiti. Qui è possibile notare i tanti eremi, spesso accessibili solo attraverso scalette e corde, che circondano il luogo (per ora ne sono stati censiti 24).

Abbazia Pulsano
Crediti Foto: Eden Puglia

Monte Sant’Angelo

A concludere questo nostro breve elenco vi è Monte Sant’Angelo, la perla del Gargano incastonata tra mare e cielo. Tra il verde della macchia garganica e l’azzurro cristallino del mare, a ridosso del Golfo di Manfredonia, si erge su uno sperone uno dei più caratteristici e visitati centri abitati del nostro territorio, meta ogni anno di tantissimi turisti e pellegrini per la presenza del Santuario di San Michele Arcangelo, luogo di culto e pellegrinaggio, diventato dal 2011 patrimonio dell’UNESCO. Panorami mozzafiato, storia, strapiombi vertiginosi che arrivano fino al mare e uniscono con un battito di ciglia la montagna alla distesa cristallina dell’Adriatico vi aspettano in questo piccolo e caratteristico centro garganico.