Turismo balneare, Vieste è la regina della Puglia

Turismo balneare in crescita in Puglia: è Vieste a dominare il territorio ...

Foggia Reporter

Vieste – Turismo balneare in crescita in Puglia: è Vieste a dominare il territorio regionale e a classificarsi come la principale meta del turismo balneare con 1,9 milioni di presenze nel 2018.

Il Salento  e il Gargano sono le mete con la più alta percentuale di arrivi nel 2018 (rispettivamente 29,5% e 23,6%), seguiti da Bari (20%), Valle d’Itria (14,9%), Magna Grecia, Murgia e Gravine (7,2%) e Puglia imperiale (4,8%). Bari, meta del turismo business e culturale, è al primo posto per numero di arrivi (445 mila) ma seconda per presenze (835 mila), segno che una parte si sposta. Lecce si classifica al terzo posto per gli arrivi (264 mila) ma al quinto per presenze (698 mila). Questi sono alcuni dei dati elaborati in occasione della Bit, la Borsa internazionale del turismo a Milano, dove la Regione Puglia è presente con un’area di circa 300 metri che ospita 61 espositori pugliesi e più di 80 attività turistiche esperenziali.

Il mare cristallino, il buon vino, il panorama moffafiato, i caratteristici borghi e la genuinità del Gargano e della costa mediterranea rendono la nostra terra una meta ambitissima da tantissimi stranieri. La nostra regione è stata premiata a New York dal New York Times Travel Show con il riconoscimento “2019 Award Excellent” nella categoria “Best New Exhibitor”.

Per il quotidiano statunitense The New York Times la Puglia rientra, infatti, nella lista dei 52 luoghi da visitare nel 2019. La nostra regione è tra le migliori destinazioni del mondo nel 2019. La Puglia, fa gola a molti e sempre più turisti stranieri decidono di trascorrere le loro vacanze estive, e non solo, nella nostra regione.

Secondo una indagine, il posizionamento della Puglia sui mercati nazionale ed estero assume una duplice connotazione: per gli italiani è la destinazione del mare, del buon vino e olio, caratterizzata dalla sua “genuinità” e tipica meta mediterranea del relax; mentre per gli stranieri è la destinazione dei borghi e delle tradizioni, dei paesaggi e della natura, meta autentica e pertanto legata a uno sguardo più “romantico” sul Mediterraneo. (Fonte La gazzetta del mezzogiorno)