Home»Cronaca»Violazione della libertà vigilata e resistenza a pubblico ufficiale: 3 arresti a Cerignola

Violazione della libertà vigilata e resistenza a pubblico ufficiale: 3 arresti a Cerignola

Il più giovane dei 3, classe 96', minacciò i carabinieri di morte qualora gli avessero sequestrato lo scooter

I serrati controlli effettuati dagli uomini dell’Arma nell’ultimo fine settimana hanno permesso l’arresto, in tre distinte operazioni di servizio, di altrettanti pregiudicati.

Il primo a finire in manette è stato CALVIO CARMINE, cl. ’89, pregiudicato cerignolano. Lo stesso, sottoposto alla Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, è stato sorpreso dai militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia, nottetempo, al di fuori della propria abitazione, in violazione delle prescrizioni impostegli. Calvio, su disposizione del P.M. di turno, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Gli uomini della Stazione di Cerignola, invece, hanno tratto in arresto DEFEUDIS ANTONIO, cl. ’74, anch’egli pregiudicato cerignolano ed anch’egli sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale. In questo caso, i Carabinieri, in servizio di pattugliamento nella zona del quartiere popolare “San Samuele”, hanno sorpreso il pregiudicato alla guida di un’auto, cosa vietatagli dalla misura cui è sottoposto. Anche in questo caso, su disposizione del P.M. di turno, Defeudis è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Arresti domiciliari anche per CURCI FRANCESCO, cl. ’96, per resistenza a Pubblico Ufficiale. Il ragazzo, che nonostante la giovane età risulta già gravato da vari pregiudizi penali e di polizia, non aveva ottemperato all’alt intimatogli da una pattuglia della Stazione di Cerignola, dandosi alla fuga, a bordo di un potente scooter, un Yamaha T-Max, mettendo a rischio la propria e l’altrui incolumità. Riconosciuto dai militari, anche perché arrestato di recente sempre per resistenza, quando minacciò i carabinieri di morte se gli avessero sequestrato lo scooter, era poi stato sorpreso presso la propria abitazione nel quartiere popolare “Torricelli” e dichiarato in stato di arresto.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Intrappola.to e GrandApulia fanno squadra: arriva Intrappola.to in Mall

Articolo successivo

Premio Letterario Nazionale “Nicola Zingarelli” - IX edizione 2016 “Parole creative”