Viaggi e turismo

Cosa vedere a Manfredonia

Meta preferita dai foggiani che vogliono trascorrere qualche ora in spiaggia senza allontanarsi troppo da casa, Manfredonia è una deliziosa cittadina che si sviluppa in provincia di Foggia nel Parco Nazionale del Gargano e sorge sull’omonimo golfo.

Questa cittadina del Foggiano vive prettamente di pesca e turismo, d’estate sono tanti i visitatori e i turisti che affollano le stradine del centro e il lungomare per passeggiate tra la brezza marina e il profumo di salsedine.

Nel centro storico, inoltre, non mancano negozietti di souvenir e ti prodotti tipici. Se state pensando di visitare Manfredonia vi consigliamo di lasciarvi tentare dalla sua cucina locale. Tra i piatti della tradizione segnaliamo: la farrata (una focaccia di grano e farro condita di ricotta di pecora, ceci, maggiorana, sale, pepe e cannella) e la ciambotta (una zuppa di pesce e molluschi in rosso servita con croccanti crostini di pane).

Con il porto più attivo dell’intera Capitanata, è impossibile non mangaire pesce fresco a Manfredonia. Fermatevi in uno dei tanti ristorantini che si affacciano sul mare e concedetevi poi un golosa coccola da Tommasino, istituzione del gelato manfredoniano.

Cosa vedere in una giornata a Manfredonia? Ecco 5 possibili tappe che vi consigliamo di non farvi sfuggire nella splendida cittadina affacciata sull’Adriatico a sud di Mattinata.

Cinque cose da vedere a Manfredonia

Costruita per volontà del re di Sicilia, Manfredi,questa cittadina marittima della provincia di Foggia affascina da sempre i suoi visitatori. Tra lo sciabordio delle onde e le viuzze del centro storico, offre splendi e rilassanti scorci in cui passare piacevoli giornate d’estate.

Vediamo insieme i luoghi da non perdere a Manfredonia. Segnatevi i nostri consigli per scoprire la cittadina che insieme alla sua stazione balnerare di Siponto è la principale meta estiva dei foggiani.

Castello

Il Castello Svevo di Manfredonia fu costruito a partire dal 1256 per volontà del re Manfredi. Il maniero sorge in riva al mare, nella sua originaria struttura presentava pianta quadrangolare limitata da quattro torri angolari collegate da cortine.

Negli anni il Castello ha subito diversi rifacimenti. Oggi ospita il Museo Archeologico Nazionale in cui si conservano importanti reperti provenienti dal territorio circostante.

Si può raggiungere il Castello tranquillamente a piedi, la fortezza si trova a soli 10 minuti di passeggiata dal centro della città.

Chiesa di San Domenico

Un’altra importante tappa per scoprire le bellezze della cittadina marittima a pochi chilometri da Foggia è sicuramente la Chiesa di San Domenico. Costruita verso la fine del XIII secolo e voluta da Carlo d’Angiò oggi è uno degli edifici religiosi più affascinanti di Manfredonia.

Il Convento annesso alla chiesa oggi è sede del Municipio della città. Durante Medioevo, la Chiesa di San Domenico di Manfredonia fu una delle maggiori sedi vescovili dell’intera regione pugliese. La facciata è tipicamente romanica anche se si conservano diversi stili in tutta la struttura. Al suo interno, gli altari, sono infatti in perfetto stile barocco.

Museo Storico dei Pompieri e della Croce Rossa Italiana.

A Manfredonia vi è il Museo Storico dei Pompieri e della Croce Rossa Italiana, uno spettacolare museo realizzato da Michele Guerra e conosciuto in tutto il mondo.

Michele Guerra, dopo anni e anni di ricerca in giro per il mondo, ha realizzato il suo sogno esponendo migliaia di reperti, molti dei quali unici a livello mondiale, che hanno scritto la storia di questi gloriosi Corpi dediti alla lotta al fuoco e al pronto soccorso.

Il 1 luglio 2017 è stato completato il “Tempio della sicurezza e della prevenzione”, e inaugurata la Cittadella della Sicurezza e della Formazione che ospita al suo interno la sede centrale di Euroambiente e il Museo Storico dei Pompieri e della Croce Rossa Italiana. Ogni luogo è stato meticolosamente progettato da Michele Guerra e ricostruito dall’artigiano sipontino maestro d’ascia Antonio Berardinetti.

Per maggiori informazioni: https://www.museostoricopompieri.it/contatti

Parco Archeologico di Siponto e Basilica di Santa Maria Maggiore

Un’altra imperdibile tappa alla scoperta di Manfredonia ha luogo nella vicinissima stazione balnerare di Siponto. Qui si può ammirare la Basilicata di Santa Maria di Siponto, un vero e proprio gioiellino che sorge a soli 3 chilometri dal centro di Manfredonia.

basilica-siponto
Crediti Foto: Matteo Nuzziello

Si tratta di un perfetto esempio di architettura romanico-pugliese con influenze tipicamente islamiche. Negli ultimi anni questo gioiellino che occupa una superficie quadrata di circa 18 metri di lato, dedicato a Maria Santissima di Siponto, ha fatto molto parlare di sè per la spettacolare installazione in rete metallica ad opera dell’artista Edoardi Tresoldi. Questa suggestiva rete metalica ricostruisce in 3D l’antica basilica esattamente sopra i suoi resti.

basilica-siponto
Crediti Foto: Matteo Nuzziello

Chiesa di San Leonardo di Siponto

A completare questa breve guida alla scoperta delle bellezze di Manfredonia vi è la Chiesa di San Leonardo di Siponto. Anche in questo ci troviamo a pochissimi chilometri dal centro cittadino per ammirare una struttura che il 21 giugno offre un’atmosfera suggestiva e magica.

In occasione del solstizio d’estate, l’antica abbazia duecentesca ospita un affascinante fenomeno. Nel momento in cui il sole raggiunge sul meridiano locale la massima altezza angolare rispetto all’orizzonte, i raggi del sole penetrano nella chiesa attraverso il rosone che si apre nella volta e vanno a colpire una croce intagliata nel pavimento dell’abbazia.

solstizio siponto
Crediti Foto: Matteo Nuzziello

 

 

 

 

 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock