Cultura e territorio

Riemerge l’antica Siponto, che spettacolo gli scatti di Matteo Nuzziello: torna alla luce una porzione di abitato medievale

Siponto, un’intera città sottoterra ancora tutta da scavare e scoprire. Il 6 settembre 2021 è iniziata la prima campagna di scavi archeologici a Siponto nel quadro dell’ambizioso progetto ‘Sipontum: archeologia globale di una città portuale‘, condotto dalle Università di Bari e di Foggia in collaborazione con il Parco archeologico di Siponto della Direzione regionale musei della Puglia.

Credits: Matteo Nuzziello

“Dai primi scavi è venuto alla luce una porzione di abitato medievale, nello specifico una abitazione di grandi dimensioni, con più vani e funzioni, risalente alla fase di abbandono di Siponto, tra XIII e XIV secolo, quando la città vecchia viene abbandonata in favore della nuova, ovvero la Manfredonia fondata da Manfredi”.

Credits: Matteo Nuzziello

A renderlo noto sui social – impreziosendo il post con spettacolari fotografie dall’alto – è Matteo Nuzziello, appassionato di fotografia di Manfredonia che da anni racconta con i suoi scatti il territorio della Capitanata. Attento ai tesori della sua terra, Nuzziello ama documentare sui social le meraviglie della provincia di Foggia, dal mare cristallino del Gargano ai borghi dei Monti Dauni.

“Sono rimasto affascinato dalle parole della geologa che con i suoi racconti dettagliati ci ha riportato indietro nel tempo e della passione che ci mettevano i ragazzi dell università impegnati negli scavi – ci ha confessato Nuzziello -. Erano presenti tante scolaresche ad assistere agli scavi, credo che avvicinare i giovani alla storia della propria città faccia crescere il senso di amore verso di questa e sviluppare un senso civico che purtroppo oggi nei giovani non è spiccato”.

Abbiamo già parlato della passione di Nuzziello in un altro articolo in cui ci ha raccontato l’importanza di valorizzare questo meraviglioso angolo di Puglia troppe volte abbandonato a se stesso e vittima di pregiudizi.

Credits: Matteo Nuzziello

Scavi archeologici per scoprire l’antica città romana di Siponto

Per quanto riguarda Siponto, lo scavo si concluderà il 15 ottobre, proseguiranno poi le prospezioni geofisiche con l’obiettivo di disporre di una pianta completa della articolazione della città all’interno del circuito delle mura.

Credits: Matteo Nuzziello

“Siponto è stata finora indagata in minima parte e riserva certamente molte sorprese – queste erano state le parole dell’archeologo e professore universitario Giuliano Volpe in occasione dell’inizio degli scavi -.

Lo scavo intende essere solo una parte di un intervento più ampio di conoscenza, tutela, valorizzazione e fruizione dell’area archeologica di Siponto, condotto anche secondo i principi dell’archeologia pubblica, con il pieno coinvolgimento della comunità locale, del mondo delle imprese, dell’associazionismo, della cultura e della scuola”.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock