Cronaca

Salvini a Foggia: “Una piazza straordinaria”. Non mancano i contestatori: “PaDaunia, no grazie”

Foggia – Ieri sera il leader della Lega Matteo Salvini ha concluso il suo tour pugliese nel capoluogo dauno, a piazza Cesare Battisti.

“Una piazza straordinaria”, ha esordito così Salvini sul palco al cospetto di numerosi foggiani presenti ieri sera per acclamarlo all’urlo di “Matteo, Matteo, Matteo”.

“Foggia ha accolto, ancora una volta, con calore e passione Matteo Salvini – ha commentato il sindaco Franco Landella, recentemente passato al partito della Lega -.

Una piazza gremita di cittadini che non hanno più voglia di sentirsi la ruota di scorta di una Regione matrigna, che ci costringe ad una sanità scadente e a piani agricoli che hanno messo in ginocchio numerose aziende”.

Tra molti applausi, striscioni e bandiere dell’Italia non sono mancati però anche i contestatori, un centinaio di persone scese in piazza per urlare ancora una volta “Foggia non si Lega”.

Fischi e urla, seppure in fondo alla piazza, hanno accompagnato le parole del leader leghista durante il suo comizio. “PaDaunia, no grazie”, questa la simbolica e forte frase che si leggeva su una bandiera che sventolava tra i foggiani anti leghisti.

Ricorderete che dopo la scelta del primo cittadino di passare alla Lega, tantissimi foggiani, oltre 4mila, si sono uniti al gruppo Facebook “Foggia non si Lega“. Il gruppo si era poi trasformato in una vera e propria protesta davanti al palazzo del Comune, era partita anche una petizione online per chiedere le dimissioni del sindaco.

“Foggia non si Lega” è diventato presto la viva espressione di tutti quei foggiani che si sono schierati contro il passaggio del sindaco di Foggia, Franco Landella, da Forza Italia alla Lega.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock