Piste ciclabili, partono i lavori a Foggia ma c’è chi pensa sia solo una manovra elettorale

Lavori in corso a Foggia per le piste ciclabili

Foggia Reporter

Foggia – Lavori in corso a Foggia. Sono ufficialmente iniziati i lavori alle piste ciclabili della città.

Oltre a migliorare e ripristinare la rete di 6 km già esistente e abbandonata da anni, l’Amministrazione Comunale, da alcuni giorni, ha iniziato i lavori di realizzazione di altri nuovi 21 km di percorsi ciclabili.

Due anni fa, nel 2017, la città di Foggia aveva ricevuto un milione e mezzo di euro per la realizzazione di un collegamento tra il Nodo Intermodale dalla stazione ferroviaria di piazzale Vittorio Veneto e l’aeroporto “Gino Lisa”. Foggia era risultata la prima città della Puglia nella graduatoria regionale dei progetti per la realizzazione di percorsi ciclabili.

L’idea di collegare con una pista ciclabile la Stazione al Gino Lisa, tuttavia, ha scatenato diverse polemiche in città lo scorso mese, quando il sindaco Franco Landella aveva annunciato sui social l’imminente partenza dei lavori per realizzare la pista ciclabile in questione.

“Ecco a quale pista si riferivano quando parlavano dei lavori di allungamento pista”. Non mancano le frecciatine rivolte alla situazione dell’aeroporto di Foggia, tasto dolente per i cittadini e alle priorità in città come il sentito problema delle buche.

Ma il malumore dei foggiani non finisce qui, ecco altri commenti: “Peccato che il resto delle piste ciclabili della città siano impraticabili e per lunghi tratti sconnesse dalle radici degli alberi, marciapiedi divelti e buche di ogni dimensione”, scrive un utente, “Sono solo manovre elettoriali”, scrivono altri.

Avere un collegamento ciclabile dalla stazione di Foggia all’aeroporto Gino Lisa sarebbe ottimo, infatti, se l’aeroporto fosse in funzione. Sarebbe un notevole passo avanti per la nostra città e sarebbe un incentivo per incrementare la mobilità attiva.

La realizzazione di una pista ciclabile che attraversi gran parte della città offrirebbe ai foggiani la possibilità di osservare e vivere Foggia da un altro punto di vista, rinunciando all’automobile, facendo del bene a se stessi e all’ambiente.

Voi che ne pensate?