Eventi

Foggia, uno spettacolo per ricordare Luigi Pinto

FOGGIA- Il 28 maggio 1974 una bomba nascosta in un cestino portarifiuti esplose a Brescia, in Piazza della Loggia, mentre era in corso una manifestazione contro il terrorismo di matrice neofascista. Centodue i feriti e nove i morti, tra i quali l’insegnante e sindacalista foggiano Luigi Pinto. Una delle più terribili stragi della storia d’Italia, della quale ricorre il cinquantenario e che verrà ricordata dalla FLC CGIL con una serie di manifestazioni e appuntamenti: quello conclusivo è lo spettacolo “Gino” del Teatro della Polvere-Produzioni AVL, che andrà in scena la sera di sabato 1 giugno al Teatro Giordano. Il testo è di Marcello Strinati, la regia di Mariangela Conte, in scena gli attori Stefano Corsi, Luca Citarelli e Tony Mancini e le attrici Deborah Carlucci e Anna Laura d’Ecclesia. L’evento è patrocinato dall’amministrazione comunale di Foggia. I biglietti disponibili sono i palchi di seconda e di terza fila numerati e il loggione (non numerato), sono gratuiti fino ad esaurimento posti e si possono ritirare già da domani al botteghino del teatro, la mattina dalle ore 9 alle ore 12, e il pomeriggio del martedì e del giovedì dalle ore 15 alle ore 17. L’ingresso sarà alle ore 19.30, e gli spettatori potranno seguire gli interventi di Gianna Fracassi, segretaria generale nazionale FLC CGIL, e di Nunzia Pinto, sorella di Gino. Sipario alle ore 20.30.

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio