Salute e Benessere

“Noi siamo orizzonti” è il titolo della mostra che ha per protagonisti i ragazzi autistici dell’associazione di promozione sociale iFun, il 7 Gennaio tra i banchi del mercato di via Rosati

‘Noi siamo orizzonti’ è il titolo della mostra che ha per protagonisti i ragazzi autistici dell’associazione di
promozione sociale iFun, che sabato 7 gennaio, dalle 9.00 alle 12.00, esporranno tra i banchi del mercato di
via Rosati, alcune fotografie da loro realizzate. Le immagini rappresentano la rielaborazione in chiave
moderna di alcuni celebri dipinti di Michelangelo Merisi, al secolo il Caravaggio. In calce a ogni scatto,
campeggerà una speciale didascalia finalizzata alla riflessione sulle numerose piaghe sociali che
attanagliano la città di Foggia.

L’iniziativa – che rientra in un progetto di promozione della legalità attraverso la bellezza – nasce dalla
collaborazione con l’I.P.S.I.A. Pacinotti di Foggia: un perfetto connubio tra ragazzi autistici e una scuola a
vocazione professionale. Le foto, i cui modelli e autori sono gli stessi ragazzi autistici di iFun, sono state
scattate nello studio allestito all’interno dell’istituto di via Gioberti, attraverso la guida del prof. Romagnoli
e con il prezioso ausilio degli stessi studenti.
Non si tratterà, però, di una semplice esposizione. I protagonisti delle foto realizzeranno anche dei moderni
‘tableau vivant’ tra i banchi di frutta e verdura, uscendo dai ‘quadri caravaggeschi’ per aiutare i
commercianti a servire i clienti.

“Le povertà educative e la dispersione scolastica sono da sempre l’humus della illegalità e della criminalità.
In una città come Foggia, la criminalità spesso utilizza la prospettiva del guadagno facile come principale
arma di seduzione per le nuove generazioni. Noi, invece, vogliamo che i ragazzi scorgano nuovi orizzonti lì
dove in apparenza si scorgerebbero soltanto limiti. Con la condivisione e l’unione di diverse fragilità, si può
costruire una comunità più forte e coesa. Una comunità che trovi nella bellezza la propria stella polare”,
commenta Maurizio Alloggio, referente di ifun.

L’iniziativa è finalizzata a lanciare proprio questo messaggio. Non è un casuale la scelta ‘provocatoria’ di
esporre gli scatti in uno dei luoghi più popolari della città: “L’arte, la bellezza e la conoscenza diventano
veicoli di valorizzazione della dimensione creativa ed espressiva dei giovani coinvolti, ma soprattutto uno
strumento per promuovere il rispetto di se stessi e verso gli altri”, aggiunge Alloggio.

La mostra di sabato 7 gennaio è il primo di una serie di eventi che nascono in collaborazione con ‘Gener act’
e ‘Sfoggia’, due collettivi di ragazzi foggiani promotori di numerose iniziative culturali e sociali: “Ragazzi
foggiani che credono nella cultura come principale strumento di rivitalizzazione e valorizzazione della città”,
conclude Alloggio.

Back to top button