Cultura e territorio

Metti tavola, un progetto social per promuovere le bellezze e la tradizione culinaria di Foggia

Foggia – Metti una coppia, una famiglia foggiana che ama la sua città e la sua terra, metti una passione per il cibo della tradizione e tanta voglia di far conoscere le bellezze e le prelibatezze di un territorio che non smette mai di stupire ma che pochi hanno il piacere di svelare. Metti tavola e l’amore per il cibo si trasforma presto in condivisione e bellezza.

Metti tavola” è il nome che Antonio e Donatella hanno dato al loro progetto food social che sta riscuotendo grande successo e che si fa portavoce delle tradizioni gastronomiche della nostra terra provando a raccontare i luoghi più belli e importanti della città attraverso i piatti più famosi e riprodotti.

In modo creativo, originale e gustoso, “Metti tavola” vuole promuovere il capoluogo dauno attraverso i social, un mezzo che permette di raggiungere in poco tempo e in modo diretto tantissime persone sparse per il mondo. Con un format attivo da due anni e mezzo su Facebook (www.facebook.com/mettitavola/) e Instagram (@metti_tavola), Donatella e Antonio realizzano e recensiscono ricette foggiane (e non solo) che fanno venire l’acquolina in bocca.

Con un modo di dire che richiama all’ospitalità e all’accoglienza del Sud, “Metti tavola” appunto, i due foggiani vogliono far sentire a casa – a Foggia – chiunque visiti le loro pagine social. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con loro per conoscere meglio il loro progetto gustoso made in Foggia.

Quando e come é nato “Metti tavola”?

“Metti tavola” nasce per gioco, quasi tre anni anni fa, da una proposta di Antonio, per parlare di food a 360º e condividere gli acquisti di prodotti alimentari, le esperienze nei locali e soprattutto parlare di cucina. Lavorando entrambi, i nostri pasti erano veloci e semplici. Quando il mio contratto da agente di viaggi è scaduto, mi sono ritrovata ad avere del tempo libero a cui non ero abituata e ho cominciato a sperimentare piatti mai realizzati prima, mettendomi alla prova ai fornelli, fino a raggiungere i risultati attuali. Antonio mi aiuta nelle fotografie e nella gestione del progetto.

metti tavola5

Chi c’è dietro a questo progetto?

Dietro al progetto di “Metti tavola” ci sono io, che sono Donatella, mio marito Antonio e condividiamo, attraverso i social, sulle pagine Instagram e Facebook, la passione per la cucina, per il buon cibo ma anche l’amore per la nostra città e la nostra terra. C’è anche una piccola aiutante, la nostra bambina, che ci accompagna in questa avventura, giocando con noi e divertendosi in questo entusiasmante mondo.

Quanto é importante valorizzare la tradizione gastronomica della città?

La valorizzazione della tradizione gastronomica è importantissima, perché la cucina è il risultato dei prodotti che esprime il territorio e che racconta la sua storia. Ogni tanto, però, ci piace anche rivisitare a modo nostro piatti tipici le ricette classiche.

Non solo ricette foggiane, il vostro progetto social abbraccia tante ricette, qual é quella a cui siete particolarmente legati e perché?

Ci piace spaziare, dagli antipasti agli aperitivi, dai primi ai secondi, dai dolci ai liquori. Sono diverse le ricette a cui siamo legati, però i lievitati, e soprattutto il pane, restano le nostre preparazioni preferite. Proprio durante il primo lockdown, quando eravamo chiusi in casa e facevamo esperimenti in cucina, il profumo del pane appena sfornato sembrava quasi rassicurarci in un quel momento così strano e delicato.

Da alcuni mesi avete lanciato il format ‘Foggia é buona’ per promuovere Foggia e la sua cucina. In cosa consiste nel dettaglio?

“Foggia è buona“ è il format ideato per promuovere Foggia con un tour della città, tra gli scorci più belli e suggestivi, con i prodotti tipici e i piatti della tradizione. Quest’iniziativa ha avuto un gran successo perché ha permesso di scoprire e di riscoprire i tesori architettonici e gastronomici della nostra amata Foggia.

Con i vostri scatti la cucina tradizionale foggiana é diventata social, avete in mente altri progetti per avvicinare ancora di più il pubblico social alle nostre tradizioni gastronomiche?

“Foggia è buona” è piaciuta molto, quindi stiamo pensando ad una seconda edizione… chissà! Anche “Foggia a morsi”, la nostra ultima iniziativa è stata molto apprezzata, perché ha messo in risalto la ristorazione locale e ha unito blogger, Instagrammer e foodlover foggiani, creando interessanti confronti e bellissimi rapporti. Abbiamo ancora tante altre idee per valorizzare Foggia e per far conoscere le ricchezze del nostro territorio… quindi se ancora non seguite “Metti tavola”, fatelo!

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 28 anni, sono una giornalista pubblicista, una copywriter, content creator e cantastorie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da due anni curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Scrivo e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock