Attualità

Nel ghetto di Rignano nasce la “Casa dei diritti e delle dignità”, Flavio Insinna partecipa all’inaugurazione

Il 30 dicembre 2021, nel ghetto di Rignano, il cosiddetto “Grande Ghetto“, che si sviluppa nei campi tra San Severo, Rignano Garganico e Foggia, è nata la “Casa dei diritti e delle dignità Giuseppe Di Vittorio”.

A partecipare all’inaugurazione il popolare attore e conduttore televisivo italiano Flavio Insinna che è intervenuto nel borgo di Torretta Antonacci in occasione dell’inaugurazione della “Casa dei diritti e delle dignità Giuseppe Di Vittorio”. “Nella vita bisogna scegliere da che parte stare. Questa è la nostra parte”, queste le parole di Insinna. Ad accogliere il noto presentatore gli immigrati, Simmaco Perillo della cooperativa “Al di là dei sogni” e Aboubakar Soumahoro, fondatore della Lega Braccianti.

“La nostra ‘Casa dei Diritti e della Dignità’ Lega Braccianti di Torretta Antonacci in agro San Severo (Foggia) è finalmente finita. È per noi un’indescrivibile emozione poter avere un luogo tutto nostro dove poter fare le nostre assemblee popolari, i corsi di lingua italiana e l’alfabetizzazione sul tema dei diritti, della prevenzione e della sicurezza – ha dichiarato sui social Aboubakar Soumahoro condividendo anche un video -.

Grazie al vostro sostegno abbiamo avviato un processo irreversibile di autodeterminazione per l’emancipazione socio-lavorativa e abbiamo potuto realizzare questo nostro presidio di Resistenza per la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori braccianti. Grazie a Flavio Insinna per la presenza e l’immancabile sostegno e a Simmaco Perillo di Nuova Cooperazione Organizzata e Cooperativa Sociale “Al di là dei Sogni” per essere venuti a condividere con noi questo momento di gioia.

 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock