Cronaca

Foggia, condannato maliano che ruppe il naso all’operatrice sanitaria per una mascherina

Foggia – È stato condannato a un anno e 10 mesi di reclusione il 36enne del Mali che lo scorso 8 settembre aggredì una donna di 51 anni nella sede della Cgil di Foggia.

In quella circostanza, la donna era stata aggredita violentemente perché lo aveva invitato ad indossare la mascherina mentre si trovavano in fila allo sportello della Camera del Lavoro.

Per l’aggressione la donna riportò ferite al volto giudicate guaribili in 30 giorni. L’uomo è stato condannato per lesioni, ma assolto dall’accusa di porto illegale di un martello e di un coltello che aveva con sé nello zaino.

Nel processo sono stati visionati alcuni filmati delle telecamere di sicurezza della sede della Cgil. Secondo la difesa, che aveva chiesto l’assoluzione, il maliano indossava la mascherina anche se non gli copriva il naso e quella mattina reagì ad uno schiaffo inferto dalla donna.

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock