Cultura e territorio

A Foggia aprono i campi di zucche e melograni di Puglia: Cascina Savino sorprende ancora una volta con un’esperienza unica

Foggia – Dopo mesi di ricerca e tanto lavoro, il sogno di Giuseppe Savino e del suo team prende finalmente forma e si prepara ad accogliere i foggiani (e non solo) per un’esperienza unica da vivere in stretto contatto con la natura con l’apertura dei campi di zucche e melograni di Puglia.

Giuseppe Savino è un contadino che ama la terra, la sua terra, quella di Capitanata, un angolo di Puglia ricco di giovani menti e di tesori naturali che meritano di essere scoperti, apprezzati e vissuti. Così, dopo le straordinarie esperienze dei campi di tulipani di Puglia e girasoli, Cascina Savino apre le sue porte per permettere a chiunque lo desideri di vivere la terra e i suoi frutti in modo esperienziale.

Non una semplice visita quella proposta a Cascina Savino ma un’esperienza che vi permetterà di immergervi in tutta l’autenticità della natura autunnale con i suoi frutti, zucche e melagrane. “Questo evento nasce per favorire l’incontro della città con la campagna, siamo in un momento storico in cui la campagna può diventare accogliente per i cittadini. La città ha bisogno della campagna, di spazi aperti e verdi, di luoghi di relazione e di bellezza”.

Queste le parole di Giuseppe Savino quando gli chiediamo come nasce l’idea di aprire Cascina Savino per far visitare i campi di zucche e melagrane. “L’agricoltore può rendersi conto che può lavorare su due livelli, quello di produzione e quello di relazione – aggiunge -. In questo modo può nutrire non solo il corpo ma anche l’anima delle persone perchè nella bellezza si ritrova se stessi”.

Aprono i Campi di Zucche di Puglia e Melograni di Puglia

Il fondatore dell’hub rurale Vazapp torna a donare luce e colore con una nuova idea dai sapori autunnali per un’emozione unica da vivere a pochissimi chilometri dal centro cittadino. Un campo di 10.000 metri quadri allestito con zucche, balle di paglia e un vero e proprio anfiteatro per intagliare insieme le zucche appena raccolte.

Non solo, si potrà visitare un campo di 10.000 metri quadri di melograni inerbito dove poter raccogliere le proprie melagrane dopo aver assaggiato una freschissima spremuta del frutto protagonista di uno dei dolci tipici autunnali (più precisamente del periodo delle festività di tutti i Santi e la Commemorazione dei Defunti) per eccellenza della provincia di Foggia: il grano cotto dei Morti.

“Prendersi cura di un campo è come prendersi cura di una persona. Quando coltivi qualcosa non c’è solo la risposta al perché coltivi ma anche la domanda al “per chi” coltivi – commenta Giuseppe Savino -. Nei nostri “per chi” ci siete voi, i vostri sorrisi, la gioia dei bambini, lo stupore dei ragazzi, la contemplazione degli anziani, e allora tutte le fatiche e i sacrifici scompaiono al solo pensiero di vedere persone felici attraversare e vivere momenti indimenticabili in un campo coltivato con amore”.

Un’esperienza unica a Foggia: un evento per vivere tutta la bellezza della natura in autunno

Immersi nella colorata natura di Cascina Savino potrete fare foto e video e condividerli con i vostri amici sui social. Prenotazione Eventbrite gratuita – Accesso al campo con incluse 1 zucca (da intaglio o da mensa) 1 laboratorio di intaglio e 1 assaggio di spremuta di melgrane 10€ – Gratis bambini sotto i 6 anni.

L’accesso è consentito rispettando i decreti COVID-19 vigenti al momento della manifestazione. I bambini che entrano gratis non avranno zucca ma possono essere affiancati da un genitore/adulto al laboratorio, idem per i melograni. I bambini nei laboratori non possono stare da soli ma devono necessariamente essere supervisionati da un genitore/adulto, trattandosi di intaglio di zucche decliniamo qualsiasi resposnabilità.

Per maggiori informazioni e per prenotare la vostra esperienza: Zucche e melograni di Puglia, visite e raccolta in campo.

 

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 28 anni, sono una giornalista pubblicista, una copywriter, content creator e cantastorie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da due anni curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Scrivo e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock