Foggia Reporter

Ogni 19 marzo ricorre la festa di San Giuseppe, nonchè la Festa del papà. Simbolo di questa ricorrenza sono le deliziose zeppole.

Si tratta di ciambelline di pasta choux, secondo la ricetta originale, fritta e poi farcita con crema pasticcera e amarene sciroppate. C’è però chi le preferisce più leggere e cotte al forno. Le zeppole, in un modo o nell’altro, mettono d’accordo proprio tutti, grandi e piccini, e sono il dolce tradizionale con il quale si conclude il pranzo di oggi.

La ricetta della zeppola classica suggerita dal Cavalcanti, prevede l’utilizzo di pochi ingredienti: farina, acqua, un po’ di liquore d’anice, marsala o vino bianco, sale, zucchero e olio per friggere. Un mix di sapori semplici che danno vita ad un dolce goloso.

Questi caratteristici dolci ripieni di crema pasticcera, della tradizione napoletana e non solo, sono legati alla figura di San Giuseppe che, in fuga verso l’Egitto con Maria e il piccolo Gesù, per mantenere economicamente la famiglia, era diventato un “frittellaro”, friggeva frittelle. Per questo motivo, in tutta Italia, le zeppole fritte sono i dolci tipici della festa del papà.

Se volete preparare questo delizioso dolce per il vostro papà e per la vostra famiglia, dovete seguire alcuni passaggi e il risultato sarà super goloso! Quella che vi proponiamo è la classica e tradizionale ricetta delle zeppole fritte di Giallo Zafferano.

Ingredienti per 6 zeppole:

  • 3 uova medie
  • 1 tuorlo
  • 55g burro
  • 250ml acqua
  • 150g farina 00
  • Sale fino

Per la crema pasticcera:

  • 2 tuorli
  • 22,5g amido di mais
  • 70g zucchero
  • 200ml latte intero
  • 50ml panna fresca liquida
  • mezzo baccello di vaniglia

Olio per friggere, amarene sciroppate e zucchero a velo

Preparazione

Iniziate preparando la crema pasticcera: scaldate il latte e la panna (o solo latte) in un pentolino assieme alla bacca di vaniglia e ai semini che avrete estratto con un coltellino . Quando sarà arrivato a bollore, spegnete e tenete da parte in caldo. In una ciotolina sbattete leggermente i tuorli e versate lo zucchero semolato, mescolate per amalgamare gli ingredienti, poi unite l’amido di mais.

Accendete il fuoco basso e mescolate continuamente con una frusta, fino a quando la crema non si sarà addensata. Una volta pronta potete riporre la crema in una ciotolina bassa e coprire con pellicola trasparente a contatto. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigo. Una volta raffreddata, potrete trasferirla in una sac-à-poche usa e getta con bocchetta a stella.

Passate alla pasta choux: versate l’acqua in un tegame capiente, aggiungete il burro a pezzetti e un pizzico di sale. Accendete il fuoco medio e mescolate con un cucchiaio di legno per sciogliere il burro. Quando il liquido inizierà a bollire, versate la dose di farina in una volta sola e continuate a mescolare.

Spegnete il fuoco e versatelo in una ciotola. Allargate leggermente al centro per intiepidirlo più velocemente e, a parte, sbattete insieme le 3 uova intere con il tuorlo. Versate il composto di uova nella ciotola con l’impasto poco alla volta, mescolando sempre con un cucchiaio di legno. Versate il composto in una sac-à-poche con una bocchetta a stella di 12 mm.

Fate riscaldare l’olio. Con la sac-à-poche disegnate un cerchio di impasto a doppio giro, un cerchio sopra l’altro sulla carta forno. Ora siete pronti per tuffarle nell’olio giunto a temperatura,una o massimo 2 zeppole alla volta. Rigirate le vostre zeppole e fate cuocere anche dall’altro lato. Basteranno 5-6 minuti in tutto. Una volta pronte e ben dorate, scolatele con una schiumarola.

Lasciate raffreddare e decorate con lo zucchero a velo, la crema pasticcera e le amarene, il successo è garantito!

Fonte: https://ricette.giallozafferano.it https://www.gazzettadelgusto.it

Crediti Foto: https://www.caminvattin.it