Lotta alla plastica: volontari ripuliscono le grotte del Gargano

Un grande gesto che tutti dovremmo seguire

Foggia Reporter

Un importante gesto che tutti dovremmo seguire, quello dell’Associazione Pulizia e Protezione Costa Garganica, nata quest’anno a Vieste per iniziativa di un gruppo di persone innamorate del mare, che hanno ripulito le grotte del Gargano.

Il Presidente, l’ing. Oscar Carrara e un gruppo di professionisti di Vieste e Foggia, durante i mesi estivi hanno dedicato parte del loro tempo libero per pulire le spiagge e le grotte del Gargano.

Come prima iniziativa è stata ripulita “la grotta dei Pipistrelli” ubicata all’inizio del lungomare Mattei a Vieste. Medici, avvocati e insegnati si sono armati di guanti e buona volontà per ripulire luoghi incantevoli del nostro mare.

Sono state raccolte circa 400 sacchi di plastica, polistirolo, vetri e vari oggetti abbandonati, tipo bombole e galleggianti.

I volontari hanno restituito a tutti, residenti dei comuni garganici e turisti, la genuinità di questi luoghi incantati che dovremmo salvaguardare e non danneggiare con la nostra spazzatura.

Purtroppo, va sottolineato che solo il 6% della plastica finisce in spiaggia o galleggia in superficie; il resto affonda nei fondali marini. Per questo l’Associazione si è posta come obiettivo l’acquisto di una imbarcazione specifica per pulire i fondali, per cui sta raccogliendo dei fondi e cercando sostegno nelle istituzioni.

Chiunque volesse informazioni può contattare : Oscar 3453266615, Giuseppe 3200214917.

“Il Gargano è l’orgoglio della provincia di Foggia. Con i suoi magici paesaggi e le sue leggende attira ogni anno una moltitudine di turisti italiani e stranieri. Come ogni tesoro va conservato, custodito e protetto dai rifiuti che vengono abbandonati da persone prive di educazione civica.

La plastica, e altri rifiuti dannosi, vengono assimilati da pesci che noi mangiamo e finiscono nel nostro stomaco. Come spesso succede, quando le istituzioni hanno difficoltà a fronteggiare un problema di interesse comune, nascono tra i cittadini associazioni di volontariato”, dichiarano i promotori dell’iniziativa.

Fonte: ilsipontino.net