Una corsa contro il diabete: a Foggia la gara podistica di sensibilizzazione

Con Fuggi a Foggia i corridori son scesi in campo per

Foggia Reporter

Domenica 12 Maggio si è svolta a Foggia la manifestazione sportiva Fuggi a Foggia, organizzata dal Lions Club Foggia Umberto Giordano assieme all’associazione Podisti di Capitanata, per promuovere tra la popolazione la disciplina della corsa.

Questa è, infatti, un’attività fisica aerobica che migliora il consumo calorico, contribuisce a mantenere il peso corporeo nei limiti consigliati, fortifica l’apparato cardiovascolare e abbassa la pressione sanguigna. In altre parole, correre diminuisce il rischio di ammalarsi di diabete e limita i danni di questa malattia per chi ne è già affetto.

Il fulcro di questa grande giornata di sport è stato la gara podistica di 10 km valida come seconda tappa del circuito provinciale CorriCapitanata2019 , indetto dalle società podistiche della provincia di Foggia. Alla gara, il cui percorso si è snodato lungo il centro cittadino, sono state affiancate una corsa non competitiva e una camminata di Nordic Walking sulla stessa distanza.

Inoltre, per coinvolgere anche i più piccoli ed avvicinare i principianti alla pratica sportiva, è stata predisposta una passeggiata ludico-motoria, di 2.5 Km, denominata Family Run. Più di 600 persone hanno preso parte alla manifestazione, di cui 427 iscritti alla sola gara agonistica. Un successo che ripaga gli sforzi organizzativi profusi dai soci del Lions Club presieduto dal dott. Vincenzo Nicastro.

Il ricavato di questo service, così come quello di altre prossime iniziative, è stato destinato all’acquisto di un “camper della salute”, denominato LionSanity, che, una volta operativo, servirà ad effettuare visite mediche gratuite e screening per il diabete e le sue complicanze, nelle zone disagiate di Foggia e della sua provincia. Per di più, data la grande partecipazione all’evento, si spera in una presa di cosicenza da parte dei cittadini nei confronti dello sport: del resto, come dicevano i latini: mens sana in corpore sano.