Testa di agnello indirizzata a Bacco. Landella: “Vigliacchi!”

Il commento di Landella dopo l'atto intimidatorio

Foggia Reporter

Vile atto intimidatorio nei confronti dell’Amministratore Delegato della società Meleam, Pasquale Mario Bacco. Una testa di agnello, infatti, è stata recapitata all’indirizzo dell’AD. Un atto vigliacco e meschino, che mette in cattiva luce l’intera comunità foggiana.

Indignato il Sindaco di Foggia, Franco Landella, che, attraverso i suoi profili social, ha subito preso le distanze attraverso questo messaggio di sostegno in favore degli imprenditori colpiti dal vile atto intimidatorio.

“Il vigliacco e macabro atto intimidatorio che ha colpito l’Amministratore Delegato della Meleam, Pasquale Mario Bacco, alla guida di una delle cordate imprenditoriali che ha manifestato la volontà di acquisire il titolo sportivo del Foggia Calcio, è un gesto gravissimo, sul quale sono certo Forze dell’Ordine ed inquirenti faranno presto luce individuando i suoi autori.

A Pasquale Mario Bacco e a Bellisario Masi – ha proseguito Landella – formulo dunque, a titolo personale ed istituzionale, la mia totale solidarietà.

A tutti coloro i quali hanno formulato il proprio interesse per il futuro del Foggia Calcio e ad eventuali nuovi soggetti rivolgo un appello a non lasciarsi disincentivare o condizionare da comportamenti come questo, che non rappresentano né la comunità foggiana né la tifoseria della nostra squadra di calcio, che vanta una tradizione antica e nobilissima.