Categorie: Economia

Puglia e agricoltura: entusiasti i partner stranieri di Innovagro

Imprenditori incantati da Foggia, Canosa sotterranea e Orsara

Puglia – “Gli imprenditori stranieri, i rappresentanti delle Camere di Commercio e delle istituzioni internazionali partner di Innovagro sono stati entusiasti delle nostre aziende agricole e delle strutture che hanno conosciuto.

Il bilancio dei tre giorni di visite, meeting, b2b e contadinner è estremamente soddisfacente”. E’ Danilo Lolatte, direttore regionale e coordinatore delle attività progettuali di CIA Puglia a tirare le somme delle tre giornate (26-27 e 28 settembre 2019) durante le quali Foggia, Orsara di Puglia e Canosa hanno ospitato gli eventi relativi a “Innovagro“, progetto finanziato nell’ambito di Interreg Adrion, Fondo Europeo per lo Sviluppo dell’Unione Europea, per rafforzare i rapporti di scambio e cooperazione in ambito agricolo fra Italia, Albania, Grecia, Serbia e Slovenia.

“Tecnicamente, abbiamo proseguito e consolidato le relazioni di collaborazione, di rete e di scambio con i partner di progetto”, ha spiegato Massimo Fragassi, capo ufficio legislativo e coordinatore degli eventi e dei meeting Cia Puglia.

INTERREG ADRION, LA VIA DELLO SVILUPPO. La delegazione di imprenditori e rappresentanti di enti e istituzioni provenienti da Albania, Grecia, Serbia e Slovenia per tre giorni ha avuto come base Foggia. Gli ospiti hanno visitato la città, sono stati accolti nella sala Fedora del Teatro Umberto Giordano, hanno svolto la riunione operativa del partenariato nella sede CIA Agricoltori Italiani della Puglia di via Piave.

Il 26 settembre, hanno visitato l’azienda agricola, l’orto e i vigneti di Peppe Zullo, a Orsara, dove si è tenuto il workshop incentrato su “Turismo esperienziale nel settore agricolo e rurale”. “Il mare e i nostri paesaggi rurali ci uniscono in un destino comune, come l’Europa”, ha spiegato Lolatte. “L’agricoltura, la green economy e la blue economy non sono soltanto le nostre radici, ma rappresentano anche il nostro futuro”.

A Orsara, l’apertura dei lavori, dopo i saluti del vicepresidente di CIA Puglia Andrea Iaffaldano, è stata affidata al greco Thodoris Tsimrikidis, Innovagro Project Manager. Sono seguite le relazioni dei docenti dell’Università di Foggia, Antonio Stasi e Mariarosa Lombardi. Dante De Lallo, del GAL Daunia Rurale 2020. Alle 17.30, ha illustrato i nuovi progetti dei Gruppi di Azione Locale relativi alla cooperazione internazionale.

L’incontro è proseguito con i contributi di Darko Jaksic, Centro per la Viticoltura di Belgrado; Boban Ilic, Gruppo di lavoro per lo Sviluppo Rurale nelle regioni dell’Europa dell’Est; Evangelos Grigoroudis, Università di Creta; Makraki Charitaki Crisa, Regione di Creta; Michele Masciale e Antonella Montanarella, Hotel management school “Gasparrini” di Melfi.

LA CONTADINNER, VAZAPP MODELLO INTERNAZIONALE. Venerdì 27 settembre, la “carovana” internazionale di Innovagro si è spostata a Canosa di Puglia, ospite per l’intera giornata di una struttura più unica che rara, quella di Canosa sotterranea, nella tenuta della famiglia Leone, posta nel cuore di vigneti e uliveti a perdita d’occhio, tipico esempio di un’azienda multifunzionale capace di unire cultura, archeologia e agricoltura.

Partner internazionali, imprenditori italiani e stranieri sono stati protagonisti di incontri b2b e di una “contadinner”, l’esperimento di agricoltura sociale e di rete rurale più innovativo d’Europa condotto da Vazapp, hub rurale che nasce a Foggia e mette insieme le migliori esperienze ed eccellenze dell’agricoltura del Sud.

Proprio nel capoluogo dauno, infine, si è tenuta la riunione operativa finale che ha già messo in calendario il prossimo incontro del partenariato, in programma il prossimo novembre a Creta.

Share
Pubblicato da
redazione