Attualità

Parco San Felice, Cangelli alla consigliera del Pd: “Per 10 anni avete lasciato le strutture sportive comunali in stato di abbandono”

Foggia – Si torna a parlare delle strutture sportive di Parco San Felice, l’assessore comunale al Legale e Contenzioso, Sergio Cangelli, risponde alla consigliera di minoranza Anna Rita Palmieri su presunte incongruenze presenti nelle carte sull’affidamento in concessione del campo di calcetto a Parco San Felice.

A proposito delle dichiarazioni rilasciate dalla consigliera comunale del PD, Annarita Palmieri, trovo sconcertante che le stesse possano arrivare da parte di chi per dieci lunghi anni ha lasciato le strutture sportive comunali in stato di totale abbandono – scrive Cangelli -.

E lo è ancora di più nel momento in cui si consideri che le poche strutture funzionanti al momento del nostro insediamento siano sono state concesse dalle Amministrazioni precedenti, di cui la consigliera era un’autorevole rappresentante, senza uno straccio di procedura ad evidenza pubblica, ma esclusivamente attraverso un affidamento diretto.

Questa Amministrazione, invece, sin dal 2015 si è occupata di censire il patrimonio sportivo comunale, a partire dallo stadio Zaccheria, e affidarne la gestione alle associazioni più meritevoli attraverso appositi bandi pubblici e ad affidamenti basati su adeguate proposte tecniche ed economiche. Tali bandi hanno riguardato le strutture di via Einaudi, via Alpi, via Forcella, via Castelluccio, via Almirante, via Miranda, via San Severo e via Mandara.

A ciò si aggiungano altre strutture, tra cui quella di Parco San Felice di cui oggi si discute, per le quali devono ancora essere avviati i lavori di rifunzionalizzazione da parte delle associazioni assegnatarie. Ho già avuto modo di chiarire quale sia stato l’iter di affidamento di questa struttura, per cui sono curioso di conoscere quali possano essere le presunte incongruenze rilevate dalla consigliera Palmieri.

Posso, invece, senz’altro rispedire al mittente le accuse di spregiudicatezza e disinvoltura, considerato che solo con l’Amministrazione di centrodestra è stata data la possibilità a tutte le associazioni di poter partecipare ai bandi per la gestione delle strutture sportive comunali, senza giudicare dal presunto colore politico dei soggetti partecipanti.

La testimonianza di questa trasparenza, del resto, la si è avuta dalla lettura di una recente rassegna stampa locale secondo la quale l’affidatario della struttura in questione sarebbe vicino ad una nota dirigente della CGIL, sindacato storicamente non vicino alle posizioni politiche di questa Amministrazione. Questa circostanza, che tra l’altro non ci ha mai interessato, è sintomatica della assoluta imparzialità con cui abbiamo operato e continueremo ad operare“.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock