Economia

Lucera, 3 milioni e mezzo di euro per 4 progetti di riqualificazione nella città

Lucera – Quattro progetti finanziati per un totale di 3 milioni e 500 mila euro. Nel dettaglio, il Comune di Lucera ha ottenuto: 470 mila euro per il recupero di piazza delle Terme Romane; 400 mila euro per il rifacimento di via Pio Petrilli e piazza Santa Caterina; 1 milione e 150 mila euro per interventi sul bosco e nella villa comunale per una migliore fruizione degli spazi; 1 milione e 500 mila euro per i lavori di riqualificazione del Teatro Augusteo.

“Con decreto del Ministero dell’Interno, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, in data 30 dicembre 2021, sono stati individuati i Comuni beneficiari del contributo previsto dall’articolo 1, commi 42 e seguenti, della legge 27 dicembre 2019, n.160 e dal DPCM del 21 gennaio 2021, da destinare ad investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale”, spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Daniela Pagliara.

In particolare, per gli anni 2021-2026, i contributi in questione confluiti nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ammontano complessivamente a euro 3.400.000.000,00. “Abbiamo presentato quattro progetti e tutti e quattro sono stati finanziati. Un inizio di anno perfetto che ci riempie di orgoglio e soddisfazione per opere che lasceranno un segno indelebile nella città di Lucera”, commenta il Sindaco, Giuseppe Pitta.

Anfiteatro di Lucera, a pochi chilometri da Foggia come nell’antica Roma

L’Anfiteatro risale all’età augustea, fu costruito tra il 27 a.C. e il 14 d.C., ed è fra i più antichi dell’Italia meridionale, inoltre, per le sue notevoli dimensioni, risulta essere la più importante testimonianza romana di tutta la Puglia, fonte di grande prestigio per la cittadina della provincia di Foggia.

Questa antica e meravigliosa costruzione era stata ideata per un pubblico numeroso, con una capienza tra i 16.000 e i 18.000 spettatori. Nel 314 a.C. Roma conquistò Luceria che venne adibita a colonia di diritto latino con mura fortificate. Dopo la morte di Giulio Cesare, sotto Augusto, Lucera visse il suo periodo di maggiore splendore che durò fino alla cadura dell’Impero Romano.

Alcuni scavi operati il 13 febbraio 1932 permisero di portare alla luce delle pietre appartenenti all’Anfiteatro Romano e altri oggetti come una statua. Gli scavi e le opere di restauro continuarono fino al 1945. In età più recente, dal 2006 al 2009 l’Area Archeologica di Lucera è stata oggetto di un ulteriore intervento di recupero e restauro, realizzato con finanziamenti dell’A.P.Q. Regione Puglia “Beni culturali Sistema delle aree Archeologiche”. Oggi questa antica testimonianza romana viene utilizzata per spettacoli e manifestazioni culturali.

È straordinario pensare come in una piccola cittadina siano presenti testimonianze di due epoche molto importanti: l’età romana e quella medievale, da una parte l’Anfiteatro romano e dall’altra la Fortezza Svevo-Angioina, comunemente detta Castello di Lucera.

 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock