Juve Stabia-Foggia 4-1: crollo dei rossoneri a Castellammare

Il Foggia esce con le ossa rotte dal Romeo Menti di Castellammare subendo ...

Foggia Reporter

Il Foggia esce con le ossa rotte dal Romeo Menti di Castellammare subendo un pesante 4-1 contro la Juve Stabia. Gli uomini di Stroppa perdono il primato in classifica, comandata adesso in solitaria dal Lecce, ma soprattutto mostrano segnali preoccupanti dopo le prime avvisaglie scaturite domenica scorsa in seguito allo scialbo 0-0 contro l’Akragas.

I rossoneri, mai in partita, sono passati in svantaggio dopo appena due minuti in virtù della rete di Livieri lasciato libero di colpire e di battere Sanchez. Al 20′ il raddoppio: punizione di Liveri e colpo di testa vincente di Ripa. Ad inizio ripresa il Foggia accorcia le distanze. Mazzeo trasforma un calcio di rigore procurato da Padovan. Le speranze di Stroppa svaniscono al 52′: Empereur già ammonito si fa espellere per atterramento sullo scatenato Ripa. Al 61′ il tris ad opera di Sandomenico che si destreggia bene in area di rigore e in acrobazia supera ancora una volta Sanchez. Stroppa protesta per un presunto fallo di Ripa in occasione della terza rete e viene espulso. L’ingresso in campo di Chiricò prova a scuotere i rossoneri, che in dieci uomini rischiano in contropiede l’imbarcata. Al 93′ il poker realizzato dal neoentrato Montalto.

JUVE STABIA: Russo, Cancellotti, Morero, Atanasov, Liviero, Izzillo (78′ Kanoute), Capodaglio, Mastalli, Marotta, Ripa (73′ Montalto), Sandomenico (69′ Lisi).

FOGGIA: Sanchez, Angelo, Loiacono, Empereur, Rubin, Agnelli, Quinto (78′ Gerbo), Riverola (52′ Martinelli), Mazzeo, Padovan, Letizia (62′ Chiricò).

Marcatori: 2′ Liviero (JS), 20′ Ripa (JS), 48′ Mazzeo (F) r., 62′ Sandomenico (F)