Il 23 settembre 1968 muore a San Giovanni Rotondo Padre Pio

Accadde oggi: a San Giovanni Rotondo muore Padre Pio

Foggia Reporter

Oggi, 23 Settembre, la Chiesa ricorda Padre Pio da Pietrelcina, Cappuccino e Mistico che morì a San Giovanni Rotondo il 23 settembre 1968.

Il 23 settembre 1968, a 81 anni, quando Padre Pio muore, le stimmate scompaiono dal suo corpo e, davanti alle circa centomila persone venute da ogni parte d’Italia e non solo per assistere ai suoi funerali, e ai suoi funerali, ha inizio il processo di santificazione del cappuccino originario di Pietrelcina.

Il giorno prima della sua scomparsa, il 22 settembre 1968, Padre Pio aveva celebrato la sua ultima messa.

La storia di Padre Pio

Nato a Petrelcina, in provincia di Benevento, il 25 maggio 1887 da Grazio Forgione e Maria Giuseppa Di Nunzio, piccoli proprietari terrieri.

Fu battezzato con il nome di Francesco Forgione, la sua vocazione si manifesta sin da giovanissimo. Così come si manifesta, fin da piccolo, la sfera del soprannaturale. Sin da bambino, infatti, Padre Pio vedeva demoni e angeli.

Nel 1903, a 15 anni, indossa il saio di cappuccino e prende il nome di Fra Pio da Pietrelcina.
Dopo anni di studio, nel 1916 parte per Foggia per trasferirsi nel convento di Sant’Anna, e il 4 settembre dello stesso anno viene mandato a San Giovanni Rotondo, dove vi resterà per il resto della vita.


Il 20 settembre 1918 il cappuccino riceve le stimmate della Passione di Cristo che resteranno aperte e sanguinanti per ben cinquant’anni. Iniziano così ad arrivare i primi pellegrini e molti fedeli iniziano a parlare di miracolo.

A causa del gran polverone mediatico sollevato dal caso, la Chiesa gli vieta per alcuni anni di celebrare messe e viene sottoposto a diverese inchieste.

Secondo varie testimonianze dell’epoca altri doni straordinari accompagnarono Padre Pio per tutta la sua vita.

La sua celletta a San Giovanni Rotondo, la numero 5, portava appeso alla porta un cartello con una celebre frase di San Bernardo dedicata alla Vergina Maria. Ed è a lei che, nel maggio 1956, dedica la “Casa Sollievo della Sofferenza”, una delle strutture sanitarie oggi più qualificate a livello nazionale e internazionale. Un fiore all’occhiello della Capitanata.

Dopo la sua morte, viene beatificato da Papa Giovanni Paolo II, è il 16 maggio del 1999. La canonizzazione di Padre Pio avviene il 16 giugno 2002.

“Era bellissimo stargli accanto. Facevamo a gara per passare del tempo insieme a lui: era come stare vicino a un papà affettuoso. Ci illuminava con la santità. E ci deliziava perché era un uomo gioviale e divertente.

Ma c’erano volte in cui ti guardava fisso. Quello era il momento in cui leggeva nella coscienza con uno sguardo magnetico che ti trapassava. Sapevi che stava scrutando nel tuo cuore. Leggeva nelle persone come fossero state dei libri aperti”, queste le parole di Padre Marciano Morra da Monteleone di Puglia, l’ultimo frate che ha vissuto accanto a Padre Pio.

Fonte: biografieonline.it