Cultura e territorio

Foggia, monumento ai Caduti: la scultura in ricordo dei soldati foggiani

Foggia – La città di Foggia è stata tra le ultime città italiane a dedicare un monumento ai Caduti.

In origine il maestoso monumento che oggi vediamo in Piazza Italia, fu collocato in Piazza Lanza, l’attuale Piazza Umberto Giordano.

La centralissima piazza foggiana progettata e realizzata nel 1871, inizialmente era stata dedicata a Vincenzo Lanza: era sua, infatti, la statua che si trovava al centro del famoso slargo cittadino.

Nel 1928 la statua di Lanza fu spostata all’interno della Villa Comunale e fu rimpiazzata dal Monumento ai Caduti, alla cui inaugurazione, il 4 novembre 1928, presenziò persino il re.

Successivamente, l’opera venne spostata in quello che si chiamava Parco della Rimembranza, oggi conosciuto da tutti come Piazza Italia, i famosi ‘giardinetti’ foggiani per i ragazzi delle passate generazioni che trascorrevano lì interi pomeriggi e serate spensierate tra amici.

La storia di questo monumento è molto travagliata. Rispetto al bozzetto originario, infatti, il monumento foggiano subì una vera e propria censura: il vescovo vicario di Foggia, Fortunato Maria Farina, espresse il suo dissenso sulla presenza di corpi nudi.

Il gruppo scultoreo centrale del monumento ai Caduti di Foggia è costituito da tre particolari figure: notiamo una femminile, raffigurante la Patria, e due maschili che rappresentano rispettivamente il soldato e il lavoratore.

Le tre figure sono collegate tra loro attraverso le lunghe braccia che sorreggono un cuore su cui poggia una piccola e simbolica Nike alata e trionfante; nelle mani della piccola statua si nota una corona d’alloro.

Come si può notare ancora oggi, la richiesta del vescovo vicario di Foggia non venne accolta. L’unica figura del gruppo scultoreo ad essere coperta con una leggera veste, infatti, é quella femminile che si nota sulla destra dell’affascinante gruppo.

Nel 1936, nella piazza foggiana, vennero erette anche le due Antenne della Vittoria, alte rispettivamente 36 metri.

L’aspetto che ancora oggi assume quello che possiamo definire lo slargo foggiano più famoso e frequentato, è sicuramente quello di una piazza simbolo dell’orgoglio italiano e del ricordo dei tanti soldati caduti sotto le armi.

Fonte: pietredellamemoria.it

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock