Attualità

Foggia, manifestazione pacifica contro il nuovo Dpcm: “Meglio un silenzio sensato che parole senza senso”

Foggia – Ieri sera una gran parte di cittadini foggiani ha sfilato lungo le vie centrali della città protestando, in modo pacifico, contro il nuovo Dpcm firmato dal premier Conte che impone la chiusura alle 18:00 del settore ristorazione e la chiusura di palestre, piscine, teatri e cinema.

Tanti i foggiani che si sono riversati in piazza Cavour per prendere parte alla manifestazione che, a differenza di quanto avvenuto in altre città italiane, non è sfociata in orribili scene di guerriglia urbana.

I foggiani hanno sfilato lungo le vie cittadine mostrando diversi striscioni. In testa al corteo uno striscione con scritto: “Meglio un silenzio sensato che parole senza senso”, non è passato poi inosservato un altro striscione sul quale si leggeva: “Aprite il ristorante di papà”.

Palloncini bianchi e fumogeni hanno accompagnato il corteo dei manifestanti al quale hanno preso parte imprenitori, commercianti, artigiani, lavoratori del settore della ristorazione, dello sport, della danza, dello spettacolo e anche il primo cittadino, Franco Landella, che ha deciso di scendere in piazza a sostegno degli imprenditori e dei lavoratori del capoluogo dauno.

“Resistiamo, dobbiano andare avanti”, queste le parole di conforto del sindaco Franco Landella nei confronti degli imprenditori.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock