Sport

Foggia mai domo. Soffre e sbanca Novara in dieci uomini. Kragl, ancora lui

Grande vittoria del Foggia che sbanca il “Silvio Piola” di Novara grazie ad una rete di Oliver Kragl al 13′. In dieci uomini dal 27′ del primo tempo per l’ingenuità di Greco (espulso per doppia ammonizione), i rossoneri hanno sofferto e portato a casa tre punti importantissimi. Grande festa per gli uomini di Stroppa e i 1500 tifosi rossoneri accorsi in massa al Piola.

Il Foggia sale a quota 37 punti in classifica. Cinque vittorie nelle ultime sei. Momento di forma straordinario per Kragl e compagni.

FORMAZIONI UFFICIALI:

Turnover operato da Stroppa che lancia dal primo minuto Martinelli al posto dello squalificato Tonucci. In campo anche il rientrante Deli e Zambelli. In attacco esordio dal primo minuto di Duhamel a scapito di Mazzeo che parte dalla panchina. L’attaccante francese va a far coppia con Nicastro. Rossoneri che cercano il riscatto dopo il passo falso casalingo contro il Brescia.

Di Carlo si affida al 3-4-1-2 con Moscati alle spalle della coppia Puscas-Sansone. Piemontesi reduci dalla sconfitta di Avellino e alla ricerca della prima vittoria interna nella gestione Di Carlo.

Novara (3-4-1-2): Montipo´; Chiosa, Mantovani, Golubovic; Dickmann, Casarini, Ronaldo, Calderoni; Moscati; Puscas, Sansone
A disposizione: Farelli, Benedettini, Troest, Del Fabro, Sciaudone, Macheda, Di Mariano, Maracchi, Seck, Lukanovic, Orlandi, Maniero
Allenatore: Sig. Domenico Di Carlo

Foggia (3-5-2): Guarna; Loiacono, Camporese, Martinelli; Zambelli, Gerbo, Greco, Deli, Kragl; Nicastro, Duhamel
A disposizione: Noppert, Figliomeni, Agnelli, Fedato, Beretta, Mazzeo, Rubin, Agazzi, Floriano, Ramé, Scaglia, Calabresi
Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa

Arbitro: Sig. Riccardo Ros di Pordenone
1´ Assistente: Sig. Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore
2´ Assistente: Sig. Valerio Colarossi di Roma 2
Quarto Uomo: Sig. Davide Ghersini di Genova

PRIMO TEMPO:

Temperatura glaciale al Piola, con il termometro che sfiora i -4 gradi. Massiccia la presenza di tifosi rossoneri in Piemonte, circa 1500.

Dopo tre minuti prima conclusione dei padroni di casa con Ronaldo che scarica il destro da fuori area, ma Guarna blocca. Al 6′ percussione di Deli dalla sinistra, il centrocampista rossonero evita due avversari e mette un pallone insidioso al centro smanacciato da Montipò.

Al 13′ Foggia in vantaggio. Kragl prende la mira e calcia di sinistro da fuori area, il tiro è rasoterra ed inganna Montipò complice anche una deviazione! E’ la quinta rete del tedesco con la maglia del Foggia.

Al 21′ destro da fuori area di Deli, che non impensierisce Montipò. Cinque minuti più tardi, clamorosa ingenuità di Greco che si becca la seconda ammonizione nell’arco di dieci minuti per un fallo a centrocampo. Foggia in dieci uomini dal 27′ del primo tempo.

Alla mezz’ora spunto di Duhamel che se ne va in progressione ma calcia male col sinistro. Poco dopo, cross dalla sinistra di Kragl che non trova nessuno a centro area. Al 36′ Camporese sfiora l’autorete quando interviene maldestramente sul cross di Ronaldo. Al 40′ colpo di testa di Moscati che termina a lato. Ad un minuto dal termine della prima frazione di gioco, Golubovic anticipa di un soffio Duhamel dopo il tocco di Deli a liberare la punta francese.

Termina il primo tempo sul punteggio di 1-0 per il Foggia.

SECONDO TEMPO:

Prima sostituzione operata da Di Carlo al 54′, dentro Maniero per Dickmann. Il Novara cambia modulo con il passaggio al 4-3-3. Stroppa si copre, ed inserisce Agnelli per Duhamel passando al 3-5-1.  Generosa la prestazione dell’attaccante transalpino. Il Novara preme alla ricerca del pareggio, ma la prima occasione è ancora per Kragl che dopo una progressione di cinquanta metri arriva stremato in area di rigore e calcia altissimo. Al 58′ grande parata di Guarna sul destro a giro di Sansone. Due minuti dopo ci prova Ronaldo, sempre da fuori area, Guarna è attento e blocca. Al 67′ per il Novara entra Sciaudone per Moscati. Doppio cambio nelle fila del Foggia invece; fuori Deli e Nicastro, dentro Mazzeo e Beretta.

Al 75′ in campo anche Di Mariano per Sansone. Il Foggia soffre ma tiene bene ed è compatto, anche se gli uomini di Stroppa non riescono più a ripartire in contropiede. Ed è proprio il neo entrato Di Mariano a produrre la più grande palla gol per i padroni di casa a cinque minuti dal termine. Il suo destro a giro dai venti metri termina di un soffio a lato a Guarna battuto. Il portiere rossonero era stato ancora una volta molto attento un minuto prima in uscita bassa su Maniero.

L’arbitro concede quattro minuti di recupero. Al 92′ viene espulso Sciaudone per proteste. E’ l’ultima emozione della partita. Il Foggia sbanca il Piola e festeggia una grande vittoria.

Appuntamento lunedì prossimo quando allo Zaccheria arriverà l’Empoli.

 

Simone Clara

Giornalista pubblicista dal 2015 e Direttore Responsabile di Foggiareporter.it - Giornalista pubblicista - Direttore Responsabile del sito Foggiareporter.it - Inviato partite e conferenze stampa Foggia calcio dalla stagione sportiva 2015/2016 - Collaboratore giornalista Gazzetta Meridionale - Inviato Barletta calcio per la stagione sportiva 2012/2013 - Redattore Napolicalcionews.it dal 2012 al 2014 - Iscrizione Albo Giornalisti Pubblicisti dal Giugno 2015 - Varie collaborazioni in ambito giornalistico Laureato in Beni Culturali info: simoneclara@outlook.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock