Cultura e territorio

Estate in tavola, cosa mangiare a Foggia: ecco i piatti della tradizione

La cucina tradizionale foggiana è fatta di ricette molto semplici, spesso considerate “povere”, nelle quali si cerca di sfruttare e mettere in luce gli ottimi prodotti locali. Scopriamo insieme quali sono i principali piatti tradizionali della cucina foggiana in estate.

D’estate, si sa, si preferiscono piatti semplici che non richiedono lunghe preparazioni. A Foggia l’estate coincide con due feste molto importanti e vissute attivamente dai cittadini: la festa di Sant’Anna e il Ferragosto. In occasione di queste due giornate, 26 luglio e 15 agosto, non mancano manicaretti e piatti tipici della tradizione contadina a impreziosire e colorare le tavole.

Acquasale

L’acquasale è la classica pietanza foggiana preparata nelle giornate più calde, pochi ingredienti per un risultato buonissimo, veloce, semplice e molto gustoso. Pane, acqua, pomodorini, olio, sale, origano.

Per preparare l’acquasale basta del pane raffermo da ammorbidire nell’acqua e condire con pochi ingredienti freschi (sale, olio, pomodori a pezzi e una spolverata di origano). Per chi, invece, ama sapori un po’ più forti e decisi, è possibile aggiungere la cipolla o strofinare uno spicchio d’aglio crudo. Una ricetta semplice ed estiva che racchiude tutto il mangiare sano della nostra terra, i suoi profumi e i suo sapori.

Ciammaruchelle

Quando si pensa all’estate foggiana, due sono le feste degne di nota: Sant’Anna e Ferragosto. Per la prima, non si può non parlare delle tradizionali ciammaruchelle, le lumache.

Si tratta di un piatto tipico della tradizione terrazzana che fa coppia con le calde e gustose pizze fritte nella festa dedicata al culto di Sant’Anna che si sviluppa per le vie cittadine il 26 di Luglio.

Buonissime, soprattutto se preparate come vuole la ricetta tradizionale con aglio e alloro, da sempre dividono i foggiani. C’è chi le ama e chi proprio non riesce ad assaggiarle.

Pilanghill

I foggiani vanno matti per le pannocchie e quando arriva l’estate, agli angoli delle strade nei vari quartieri della città, spuntano gli storici e i nuovi venditori di pannocchie, pronti a vendere deliziose e calde spighe di granoturco da sganocchiare.

D’estate le pannocchie non possono mancare a Foggia, rientrano, infatti, tra i caratteristici “piatti” della nostra tradizione culinaria estiva fatta di prodotti semplici ma molto saporiti.

Galluccio

Secondo l’antica tradizione foggiana, per il pranzo di Ferragosto non deve assolutamente mancare il gustoso galluccio ruspante. Il pollo giovane, preparato al forno con le patate o al sugo, farcito con un delizioso ripieno a base di pane bagnato, formaggio, uva passa e pinoli, è un piatto molto amato in città.

Il galluccio, come tanti altri piatti, è custode della vecchia tradizione contadina foggiana ed è diventato, nel corso degli anni, simbolo indiscusso della festa estiva più amata dei foggiani insieme alla tradizionale Festa di Sant’Anna.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock