Attualità

Foggia, l’ospedale comunica la morte di un anziano positivo al Covid ma lui è ancora vivo

Foggia – Sta facendo molto discutere la notizia che da ore circola sul web finendo sulle più importanti testate nazionali e che denuncerebbe un caso di malasanità foggiana.

Hanno presentato un esposto alla Procura di Foggia i familiari di Fernando Cristiani pensionato 86enne ospite della Rssa fondazione Palena di Foggia, informati erroneamente del decesso del loro congiunto.

L’anziano, infatti, se pur in gravi condizioni, è vivo ed è ricoverato al Policlinico Riuniti di Foggia.

Da alcune settimane la Rssa foggiana è stata interessata da un pesante focolaio Covid, nella residenza, infatti, sono stati contagiati tutti i 69 ospiti e 28 operatori sanitari.

L’anziano 86enne, risultato positivo al Covid, protagonista suo malgrado di questa triste vicenda, era stato trasferito al Policlinico Riuniti, dove ricordiamo è attualmente ricoverato.

Il caso del grave errore della comunicazione della morte del pensionato è stato riportato dall’Ansa che ha pubblicato le dichiarazioni dei parenti dell’uomo.

“Vogliamo realmente capire chi, dal Pronto Soccorso, ha fatto la telefonata nella notte tra il 18 ed il 19 novembre per informare la direttrice della casa di riposo del decesso di mio suocero”, dice Paola Cristiani nuora del pensionato.

Solo il giorno seguente dopo aver predisposto tutto per il funerale, compresi i manifesti affissi in città, la famiglia Cristiani ha appreso che Fernando è ancora vivo. “Vogliamo solo accettare chi sia stato il colpevole di tale gesto”, conclude Paola Cristiani.

Fonte: Ansa

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock