Curiosità

Festa della Donna. Solo 16 aeroporti in tutto il mondo rendono onore a donne eccezionali. Nessuno in Italia.

Comunicato Stampa

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, la piattaforma di prenotazione viaggi Omio ha pubblicato un rapporto sulle convenzioni di nomenclatura degli aeroporti in tutto il mondo. Analizzando 400 nomi di scali aerei Omio ha scoperto che solo il quattro per cento (16) di tutti gli aeroporti del mondo porta il nome di una donna straordinaria del passato o del presente.

  • Le regine sono le donne maggiormente onorate, seguite da aviatrici, pioniere dell’aviazione e figure politiche: cinque su 16 delle donne a cui oggi è intitolato un aeroporto sono state o sono regine.

  • La maggior parte delle donne a cui viene reso onore con il nome di un aeroporto ha vissuto nel XX secolo.

  • L’India e gli Stati Uniti sono gli unici Paesi dove almeno due aeroporti sono intitolati ad una donna.

  • L’Italia non onora le donne: 18 dei 34 aeroporti internazionali e regionali in Italia portano il nome di una persona, nessuno dei quali appartiene ad una figura femminile.

  • Aeroporto di Bari-Palese “Karol Wojtyla”

  • Aeroporto di Bologna – Borgo Panigale “Guglielmo Marconi”

  • Aeroporto di Cagliari-Elmas “Mario Mameli”

  • Aeroporto di Catania-Fontanarossa “Vincenzo Bellini”

  • Aeroporto di Firenze-Peretola “Amerigo Vespucci”

  • Aeroporto di Milano Linate “Enrico Forlanini”

  • Aeroporto di Palermo-Punta Raisi „Falcone e Borsellino”

  • Aeroporto di Parma “Giuseppe Verdi”

  • Aeroporto di Perugia-Sant’Egidio “San Francesco d’Assisi”

  • Aeroporto di Pisa “Galileo Galilei”

  • Aeroporto di Reggio Calabria “Tito Minniti”

  • Aeroporto di Rimini-Miramare “Federico Fellini”

  • Aeroporto di Roma-Ciampino “Giovan Battista Pastine”

  • Aeroporto di Roma-Fiumicino “Leonardo da Vinci”

  • Aeroporto di Torino-Caselle “Sandro Pertini”

  • Aeroporto di Venezia-Tessera “Marco Polo”

  • Aeroporto di Verona-Villafranca „Valerio Catullo”

In altre parti del mondo sono state onorate le seguenti donne dedicando loro il nome di un aeroporto.

Barbara Zesik, Chief People Officer di Omio, afferma: “Viviamo in un mondo in cui le pari opportunità dovrebbero essere un dato di fatto: c’è forza nella diversità, ed è per questo che, come azienda tecnologica, puntiamo a una forza lavoro equilibrata dal punto di vista del genere. Nel 2021, abbiamo raggiunto una divisione approssimativa di 60/40 (maschio/femmina). Ci piacerebbe vedere più donne – come Amelia Earhart – onorate con il loro nome negli aeroporti: La lista delle donne eleggibili solo in Italia è lunga!”

Metodologia: sono stati analizzati 400 aeroporti in tutto il mondo intitolati a una persona, suddividendoli in due gruppi secondo il tradizionale binarismo di genere. Il binarismo di genere è la classificazione di sesso e genere in due forme: maschile e femminile.

Tags

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock