Esordio amaro per il Foggia. Rossoneri KO a Fasano.

Esordio amaro per il Foggia che perde 1-0 al Curlo di Fasano scoprendo ...

Foggia Reporter

Esordio amaro per il Foggia che perde 1-0 al Curlo di Fasano scoprendo quanto è dura la realtà della Serie D. Decide per i padroni di casa la rete di Corvino al 76′.

Fasano (4-4-2) : Suma; De Vitis, Rizzo, Gonzalez, Diop; El Kabbou Elazz, Ganci, Bernardini, Corvino; Diaz, Gomes Forbes. Allenatore Sig. Giuseppe Laterza.

Foggia (3-5-2) : Fumagalli; Salines, Salvi, Cadili; Loschiavo, Campagna, Gemmi, Gentile, Di Jenno; Iadaresta, Russo. Allenatore Sig. Amantino Mancini

Partita subito spigolosa e combattuta dinanzi a circa 2000 spettatori. Dopo 16 minuti gran destro di Ganci sul quale Fumagalli ci mette una pezza. Cinque minuti dopo Russo si incunea in area e chiede un calcio di rigore invano.

Gioco spezzettato con tantissimi falli a centrocampo, bisogna attendere la mezz’ora di gioco per vedere un pericolo dalle parti di Fumagalli: mischia in area di rigore rossonera e conclusione di Gomes bloccata dall’estremo difensore del Foggia. Al 42′ destro dalla distanza senza pretese di Loschiavo. Si va al riposo su uno scialbo 0-0.

Doppio cambio ad inizio ripresa per Mancini, dentro Cittadino e Viscomi al posto di Gemmi e Cadili. Ma i padroni di casa sembrano avere più gamba e più voglia contro un Foggia che si affida esclusivamente a contenere e a cercare i lanci lunghi per la spizzata di Iadaresta, lasciato troppo isolato in attacco.

Al 64′ grande occasione per il Fasano, Gonzalez calcia alto di piatto da posizione favorevole. I rossoneri faticano a contenere le avanzate di Gomes Forbes e El Kabbou, Mancini si cautela inserendo il difensore Maccarrone per Russo.

Al 72′ in campo anche Kadi per Salvi, ma il gol dei padroni di casa è nell’aria e arriva puntuale al 76′ con Corvino abile a superare Fumagalli dopo la bella imbeccata centrale di Gomes.

All’85 Fasano vicino al raddoppio, punizione di Corvino e colpo di testa di Gonzalez che scheggia la traversa. Un minuto dopo il Foggia ha l’occasione per il pareggio, Viscomi sciupa a tu per tu con Suma, ma in posizione irregolare. Mancini si affida al 4-2-4 per pervenire al pareggio. Ma non accade più nulla sino al 90′. Debutto amaro per lui e per il Foggia che già da ora ha iniziato a capire quanto sia dura la realtà della Serie D.