Attualità

Dpcm Natale, feste blindate e stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio

Il governo ha emanato il nuovo decreto che blocca gli spostamenti nel periodo delle festività natalizie. Mancano pochi giorni al Natale e gli italiano inziano a chiedersi a cosa bisognerà rinunciare quest’anno e soprattutto cosa si potra o non si potrà fare.

In tarda serata, ieri, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto legge sugli spostamenti che conferma la stretta del governo sulle festività varato ieri dal Consiglio dei ministri.

Prosegue il lavoro sulla bozza del nuovo Dpcm con le misure sul Natale e sulle nuove restrizioni che saranno in vigore da domani, 4 dicembre.

Ciò che trapela dalla bozza inviata alle regioni è lo stop agli spostamenti tra le regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio. Il 25 e 26 dicembre e il primo gennaio non si potrà uscire neppure dal proprio Comune.

Come riportato da Il Sole 24 Ore, tra le misure che il governo si appresta ad inserire nel nuovo Dpcm anti-Covid ci sarebbe il no ai viaggi verso le seconde case fuori Regione.

Inoltre, niente sci e niente crociere. Ritorno a scuola in presenza per le superiori a partire dal 7 gennaio (non dal 14 dicembre). I ristoranti potranno restare aperti a pranzo, nelle zone gialle, il 25 e 26 dicembre e il primo gennaio.

Confermato coprifuoco alle 22, anche a Natale e Capodanno. Apertura dei negozi fino alle 21 tranne nei giorni di Natale e di Santo Stefano

Tuttavia il blocco degli spostamenti non impedirà nel periodo natalizio di tornare a casa propria. È quanto emerge dal decreto legge Covid varato dal Cdm. Nel testo si legge, infatti, una formula che compariva già nei precedenti Dpcm del governo: “È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione”, con la sola esclusione delle seconde case.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock