Cultura e territorio

L’arte ai tempi del Covid, la fotografia di una foggiana in mostra a Pechino

Durante il lockdown ci siamo destreggiati tra i fornelli per sperimentare nuove ricette, c’è chi si è dedicato alla pittura, chi a trasformare le pizze in opere d’arte e chi come la foggiana Iole Albrizio, appena ha potuto, ha impugnato la sua macchina fotografica e ha scattato una foto esposta ora a Pechino.

Sì, avete letto bene proprio a Pechino. A spiegarci come è finita lì una sua foto è la stessa Iole, appassionata e amante della fotografia. “Durante il lockdown il Fotocineclub di Foggia (circolo Fiaf) ha indetto un concorso interno per i soci per raccontare attraverso la fotografia il tema del Covid.

Questo mi ha spinto a fare varie foto e tentare di partecipare agli innumerevoli concorsi che in ogni parte del mondo sono stati indetti su questo tema – ci dice Iole -.

Ho partecipato al concorso internazionale “We stay home” indetto dalla FIAP, un concorso con alti numeri di partecipazione, 1881 fotografi da 90 paesi, 5 continenti, 5800 fotografie selezionate da 18 big master come testimonial. Per ogni fotografo iscritto la FIAP avrebbe donato 30mila euro che sono andati al The Jenner Institute per la sperimentazione sui vaccini del Covid.

L’esito del concorso mi ha visto rientrare nella prima top 10 classificandomi nello specifico al quarto posto (erano presenti solo 2 italiani nella top 10). La mia foto, è una delle prime scattate a maggio quando l’Italia riapriva man mano….. Durante la prima passeggiata post lockdown

Ho ripreso in mano la mia Nikon e passeggiando dopo mesi per il centro di Foggia ho scattato questa foto a due innamorati, che nonostante il covid manifestano i propri sentimenti e la voglia e la gioia di ricongiungersi. Ho preso spunto dal famoso quadro di Magritte.

Il virus ha limitato la nostra quotidianità, e i nostri affetti. Dobbiamo adattarci e imparare a convivere. Ma l’amore vince su tutto ed è questo il messaggio che volevo trasmettere..

Ma la sorpresa migliore viene dal Photo Beijing 2020, che è uno dei più grandi eventi fotografici al mondo e di cui la FIAP è partner da diversi anni. Cosi le foto del concorso sono state stampate per il festival di Pechino che vuole rendere omaggio al personale medico cinese che ha combattuto in prima linea contro la mortale epidemia di Covid-19 all’inizio del 2020.

Le foto, esposte al China Millennium Monument a Pechino, li mostrano lavorare negli ospedali di Wuhan e in altri luoghi della Cina, oltre a ritrarre la vita quotidiana delle persone durante questo periodo impegnativo.

Inoltre, la mostra, che si concluderà il 31 ottobre, presenta anche foto di tanti artisti stranieri che hanno catturato le proprie vite durante la pandemia del Covid-19″.

Tra le tante foto in mostra a Pechino, quindi, anche quella della foggiana Iole, da sempre appassionata di fotografia che a modo suo, è riuscita a cogliere il romanticismo anche in un periodo così particolare e triste come quello che, purtroppo, stiamo ancora vivendo.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock