Panettieri e pasticceri made in Foggia: al via il corso triennale gratuito promosso da Enac Puglia

Enac Puglia organizza un corso triennale gratuito al fine di formare una ...

Foggia Reporter

Enac Puglia organizza un corso triennale gratuito al fine di formare una figura altamente richiesta nel mondo del lavoro: l’operatore della trasformazione agroalimentare. Il corso, rivolto ai ragazzi dai 15 ai 17 anni, prevede un monte ore complessivo di 3200 ore, distribuite tra lezioni teoriche e stage in aziende del settore.

L`Operatore della trasformazione agroalimentare – pasticcere panettiere, interviene, a livello esecutivo, nel processo lavorativo di produzione e trasformazione alimentare dei farinacei con autonomia e responsabilità limitate a ciò che prevedono le procedure e le metodiche della sua operatività. La qualificazione nell’applicazione/utilizzo di metodologie di base, di strumenti e di informazioni gli consentiranno di svolgere attività relative alla trasformazione alimentare all’interno del processo di produzione artigianale dei dolci, del pane e dei loro derivati, con competenze nello svolgimento delle operazioni fondamentali del ciclo di trasformazione, conservazione, confezionamento e stoccaggio dei prodotti. Il percorso preparerà operatori qualificati che potranno inserirsi nei laboratori artigianali (piccole imprese di produzione e vendita) o nei laboratori della grande distribuzione. Una volta inseriti nel mercato del lavoro gli operatori potranno aspirare ad un ruolo di capo reparto, se inseriti nella grande distribuzione, o orientarsi alla libera professione, qualora si rivolgessero alla piccola distribuzione. La figura è aperta ad ambo i sessi.

OBIETTIVI DELL’INTERVENTO

1. Contribuire alla strategia regionale di innalzamento dei livelli di istruzione e formazione dei giovani, coinvolgendoli in percorsi di formazione professionale per il conseguimento di una qualifica in modo da assolvere all’obbligo d’istruzione e formazione e, allo stesso tempo, combattere il fenomeno dell’abbandono scolastico (drop out);

2. Fornire una formazione fortemente professionalizzante che trasmetta ai giovani le competenze richieste dalle imprese facilitandone così l’inserimento nel mercato del lavoro;

3. Certificare le competenze degli allievi durante il percorso formativo, riconoscendo dei crediti formativi al fine di permettere il passaggio tra il sistema di formazione professionale e di istruzione;

4. Contribuire ad innovare la formazione professionale iniziale sia in termini di contenuti professionali e competenze da trasmettere agli allievi, sia per quanto riguarda le metodologie didattiche utilizzate, puntando sulla didattica attiva favorendo modalità di “training on the job” come l’impresa formativa e didattica.

I dettagli, le modalità di selezione, e i moduli per partecipare alla selezione, sono disponibili sul sito di Enac Puglia