Attualità

Congelato il vincolo di esclusività per le professioni sanitarie

Ci attendevamo interventi più decisi dal Governo per la sanità nel Dl Bollette. Invece, in “zona Cesarini”, è stato di fatto congelato solo a tempo, fino al 31/12/2025, e non abolito, il vincolo di esclusività per le professioni sanitarie. Sono anni che la UIL FPL chiede di abolire il vincolo di esclusività per i professionisti sanitari ma servono assunzioni e sostanziali aumenti retributivi: i professionisti sanitari non devono lavorare di più per integrare il loro salario, ma lavorare a condizioni migliori”.

Così Gino Giorgione, Segretario generale Territoriale Uil-Fpl Foggia sulle ultime modifiche dell’Esecutivo del DL Bollette che prosegue: “Inoltre ci si attendeva un segnale più netto di discontinuità sul tema del superamento del precariato nel comparto. E, invece, i segnali che arrivano tanto da Roma che da Bari sono fortemente negativi. Anche gli operatori sociosanitari meriterebbero una diversa e doverosa attenzione in tema di stabilizzazione, evoluzione e riqualificazione professionali. Senza assunzioni il sistema sanitario rischia il tracollo”, prosegue il Segretario Generale UIL FPL FOGGIA che conclude:
“Continueremo a tutelare lavoratrici e lavoratori del comparto e non permetteremo che gli “Angeli del Covid” siano dimenticati. Il nostro percorso di mobilitazione e protesta continua!”

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio