Curiosità

Che cos’è la surroga del mutuo e perché farla?

La surroga del mutuo è un diritto per tutti i titolari che hanno sottoscritto un mutuo ipotecario. Questa soluzione è atta per risparmiare sulla rata mensile e ottenere delle condizioni altamente favorevoli spostando anche il finanziamento presso un’altra banca (senza spese accessorie).

Ma come funziona nel dettaglio? Tutto quello che bisogna sapere.

Che cos’è la surroga del mutuo

 

La portabilità del mutuo ipotecario – chiamata anche surroga del mutuo – consente al titolare del mutuo di spostare il proprio finanziamento acceso ad un’altra banca così da poter ottenere delle condizioni contrattuali migliori.

I consulenti esperti di https://www.rexpira.it/ evidenziano che oggi questa soluzione sia molto più facile da gestire. Ma non solo, infatti i professionisti del settore indicano di come sarebbe opportuno farsi seguire fase dopo fase al fine di poter avere un tornaconto di grande valore.

La Legge Bersani n. 40/2007 è stata studiata con l’obiettivo primario di avviare tutte le liberalizzazioni in settori differenti, al fine che le operazioni fossero gratuite e le banche non potessero applicare delle commissioni aggiuntive. La libertà di un titolare del mutuo è quindi portato anche alla decisione di spostare   le rati restanti ad un altro istituto per ottenere delle agevolazioni.

Il calcolo della surroga del mutuo viene svolto da un consulente finanziario che si occuperà di considerare il tasso applicato dalla nuova banca insieme a:

  • coperture assicurative
  • costi dell’operazione applicati dall’istituto che si riferiscono all’incasso delle rate e imposta sostitutiva obbligatoria (le percentuali variano a seconda se è prima o seconda casa).

La finalità di questo processo è poter avere una rata mensile molto più bassa della precedente, considerando sempre che l’importo totale del mutuo non potrà cambiare: il debito resterà uguale ma le agevolazioni saranno differenti.

Come si richiede la surroga del mutuo

 

Quando si vuole intraprendere questa strada, la prima cosa da fare è rivolgersi alle varie banche per farsi preparare dei preventivi dettagliati. A questo punto si valuta attentamente cosa possa essere di interesse e cosa no: una volta che l’offerta è stata individuata si può avviare la procedura di trasferimento mutuo. In ogni caso il preavviso alla banca di riferimento deve essere dato minimo 30 giorni prima.

L’istituto di credito dove è stato acceso il mutuo, entro tale periodo di tempo, dovrà concedere la portabilità dello stesso. In caso contrario il soggetto interessato potrà dare il via alla richiesta di risarcimento economico. Ma non è tutto, infatti si può richiedere l’invio del nuovo contratto per raccomandata considerando che oggi le operazioni potrebbero essere svolte online e non di persona.

L’ufficialità della surroga del mutuo avviene dopo aver fornito tutti i documenti che vengono richiesti, con dati anagrafici – reddituali e finanziari. In alcuni casi è possibile che vengano richieste copie per valutare la propria situazione finanziaria attuale, il cedolino dello stipendio o pensione sino alla dichiarazione dei redditi.

Conviene effettuare la surroga del mutuo? Questo dipende da una serie di parametri di riferimento e periodo storico in cui si richiede. Gli indicatori servono inoltre alle banche per stabilire i tassi di interesse del mutuo, così da variare i costi del finanziamento e delle rate mensili.

 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock