Cagnano Varano Centro Storico

Cagnano Varano: l’idroscalo di Capitanata

Cagnano Varano, il paese militare dell’Adriatico, che cela la sua identità ...

Foggia Reporter

Cagnano Varano, il paese militare dell’Adriatico, che cela la sua identità fra feudi ducali e tenimenti baronali.. Benvenuti alla sesta puntata della rubrica viaggiando si impara.

Cagnano Varano è ricordata come l’idroscalo di Capitanata. Ai primi del ‘900, la fondazione della stazione idrovolanti “Ivo Monti” fu necessaria per mantenere il controllo bellico dello spazio marittimo ed aereo del medio e basso Adriatico. Ed effettivamente, un ruolo egemonico sul suo territorio sottostante del Gargano Settentrionale, Cagnano Varano l’ha sempre avuto, dato il suo spiccato svettamento sulla laguna di Varano rispetto agli altri comuni limitrofi. Si consideri la vista che si scorge da qui, non solo sul mare, ma soprattutto sul Lago di Varano da cui, appunto, ne prende il nome e di cui sponde vi si insediò il controllo militare. All’epoca, la presenza dell’idroscalo della Regia Marina trasformò Cagnano Varano da una cittadina contesa fra famiglie nobiliari a un centro militare per eccellenza, che ancora oggi è possibile ammirare tra i ruderi di un museo a cielo aperto. Insomma, Cagnano Varano ebbe un ruolo di grande di responsabilità e privilegio per la difesa della Patria, non solo sull’Adriatico, ma soprattutto per l’intero Gargano: i servizi e i commerci di questo luogo fecero si che questo comune ne fungesse da capitale sullo stesso promontorio. In un certo senso, anche gli abitanti assunsero dei comportamenti tali da esserne riconosciuti in tutta la Nazione, tanto che nel 1941 le donne di Cagnano Varano riuscirono a cacciar via dalla propria realtà il dispotismo fascista attraverso azioni di rivolta ed attacco a causa della miseria e della povertà tanto sofferte.
Ma prima di tutto ciò, Cagnano Varano si connota per “Lu Càut”, una serie di dimore incavate nella roccia abitate dai cittadini più modesti, coloro che lavoravano la terra, ed è una delle caratteristiche del centro storico di cui Cagnano Varano vanta per particolarità. Tra le due sole piazzette principali, Largo Chiesa e Largo Purgatorio, collegate tra loro per viuzze strette ed acciottolate, vi spiccano i palazzi gentilizi delle famiglie più prestigLago Di Varano Da Sito Archeologico Di Casteddara (2)iose. Palazzo Baronale, residenza di baroni e principi come i Di Sangro, i Vargàs e i Brancaccio, ma anche Palazzo Petruzzelli, Russi, Sanzone e Curatolo, giusto per citarne alcuni, ovvero i feudatari che fino al ‘700 gestirono gli affari principali di Cagnano Varano, luogo di feudi e tenimenti.
Visitando Cagnano Varano, la storia si racconta attraverso le “voci” di monumenti e ruderi databili a diverse epoche. Un susseguirsi di scoperte, svelate dalla curiosità di approfondire la natura di posti ermetici come La Vadovina, Grotta San Michele, Cava La rena, “Cast’addara”, San Nicola Imbuti, Baranum, Valdoiannina, Romingero e Paiettola che sul tratturo che collega Cagnano Varano alla laguna si fanno  portavoce di una storia un po’ più antica, quando a partire dal Neolitico, passando per i Longobardi, baroni normanni, monaci benedettini, e per finire ai Bonaparte, tutti contendevano questa terra chissà per cosa o come. La risposta è nella semplicità di un luogo meraviglioso.

 

Fonti: cagnanovarano_cennistorici

Rodi Garganico on line blog