Intervista esclusiva all’ex rossonero Jonas Axeldal

Intervista esclusiva all'ex attaccante del Foggia Jonas Axeldal, in ...

Foggia Reporter

1 Febbraio 1997. Allo Zaccheria si gioca Foggia-Salernitana. Il Foggia dei miracoli è scomparso due anni prima, e adesso tenta la risalita in Serie A. I fasti di Zeman sono finiti da un pezzo. In panchina Tarcisio Burgnich, in campo non ci sono più i vari Kolyvanov e Signori ma Chianese, Colacone e Di Michele. Nella notte dello Zac splende la stella meno attesa, quella di Jonas Axeldal, dalla Svezia al Calcio italiano pochi mesi prima, professione attaccante, fin lì oggetto misterioso. Sarà la sua notte. Il 26enne di Holm realizza la doppietta decisiva e dalle Curve parte un coro che diventerà un vero e proprio tormentone sulle note della celebre «Il mio amico Charlie Brown».

Jonas Axeldal resterà a Foggia fino al 1999, prima di trasferirsi in Inghilterra. Sebbene non sia annoverato tra i grandi campioni che hanno vestito la maglia rossonera, ha lasciato comunque dei ricordi positivi. E sono tanti anche i ricordi che Axeldal porta nel cuore della sua esperienza foggiana, come ha raccontato in esclusiva alla nostra redazione. (Intervista realizzata da Simone Clara)

Ciao Jonas, un saluto da parte di tutti i foggiani. Di cosa ti occupi attualmente? Sei rimasto nel mondo del calcio?

Negli ultimi tre anni sono stato un assistente allenatore di Falkenberg FF. Nei primi due anni eravamo in Allsvenkan.
Ma quest’anno stiamo giocando nel Superettan (l’equivalente della nostra Serie B, ndr). Spero di essere il primo allenatore nel mio prossimo lavoro.

Quali sono i tuoi ricordi con la maglia del Foggia?

Il primo periodo andò abbastanza bene, ho segnato anche alcune reti. Ha avuto modo di giocare parecchio durante i primi 6 mesi. Ma dopo l’estate (1997, ndr) abbiamo cambiato l’allenatore e non ho avuto più tanto spazio per giocare. Forse non ero abbastanza buono, o l’allenatore riteneva altri giocatori meglio di me. Purtroppo, retrocedemmo in Serie C…

Foggia-Salernitana 2-0 del 1 Febbraio 1997 con doppietta di Axeldal. Cosa ricordi di quella notte?

Una serata indimenticabile, in quella partita ho fatto il mio primo gol con la maglia del Foggia. Inoltre credo che sia in quella partita che i fan hanno iniziato a cantare il coro “Amico Axeldal.”

Segui ancora i colori rossoneri?

Sì, sto ancora seguendo il Foggia. Ho visto che è tornato in Serie B dopo molti anni. Ha iniziato un pò lento. Ma spero che vinca la prossima partita contro Pro Vercelli.

Il saluto di Axeldal ai tifosi rossoneri: “Saluto tutti i tifosi del Foggia, anche qui in Svezia vedo immagini e filmati sorprendenti dei tifosi del Foggia…sarò sempre legato alla città!”

Ringraziamo Jonas Axeldal per la disponibilità.