Attualità

Ambito Sociale di Troia, dai Sindaci via libera alla nuova programmazione

Il Coordinamento dei Sindaci dei Comuni dell’Ambito di Troia ha dato il via libera al V Piano Sociale di Zona. La nuova programmazione, risultato di un percorso di concertazione tra i Comuni, il Terzo Settore, i sindacati e l’ASL, avrà a disposizione un budget di poco più di 13 mln di euro di cui 1.700 mln rivenienti dalla programmazione 2018/2021. La nuova pianificazione, oltre a garantire i servizi indispensabili quali l’assistenza domiciliare agli anziani e ai disabili, è tesa a consolidare i servizi essenziali a sostegno delle persone vulnerabili come, per esempio: telesoccorso e telemedicina per anziani non autosufficienti e assistenza domiciliare integrata con il personale ASL.  Oltre 1600 mln euro sono stati stanziati per le Misure di sostegno e inclusione sociale: le famiglie più fragili, senza più il Reddito di Cittadinanza, potranno contare sul servizio di Pronto intervento sociale, sul sostegno all’inserimento lavorativo, oltre che su programmi speciali di integrazione sociale; 1.500 mln saranno destinati a progetti di integrazione scolastica e percorsi di autonomia per persone con disabilità (progetti di vita indipendente in un’ottica di integrazione con la rete dei servizi territoriali). Grazie al PNRR sarà garantito, anche quest’anno, PIPPI, il programma di inclusione per famiglie e minori; il Centro Ascolto Famiglie e il Sostegno alla Genitorialità. Tra i progetti di inclusione, in arrivo anche l’Orchestra Sociale, uno strumento di straordinario impatto nei programmi di integrazione, che utilizzerà la musica come mezzo di condivisione e prevenzione del disagio sociale. La novità del nuovo piano è il Servizio Sociale Professionale che sarà garantito in tutti i comuni dell’Ambito.  <<Il piano è la prova concreta dell’impegno degli amministratori nell’attuare politiche finalizzate a migliorare la qualità della vita delle comunità dei Monti Dauni>> dichiara il sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, presidente dell’Ambito Sociale <<L’analisi dei bisogni, sempre nuovi e diversi, condotto dagli operatori dell’Ufficio di Piano, ci permetterà di dare risposte ai cittadini. E frutto di un lavoro di rete realizzato grazie alla professionalità e alle competenze degli operatori dell’Ufficio di Piano>>.

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio