Attualità

"Aiutateci": la Gazzetta del Mezzogiorno lancia un appello ai lettori

Dal 24 settembre scorso ed a seguito del noto sequestro operato sui beni dell’editore e imprenditore catanese Mario Ciancio Sanfilippo, “La Gazzetta del Mezzogiorno“, lo storico quotidiano che ha da poco celebrato 130 anni di storia, rischia di vedere la fine e con lei decine e decine di professionisti e collaboratori che possono perdere il posto di lavoro e che passeranno le festività natalizie senza stipendio nè tredicesima.
Lo storico giornale sta vivendo una situazione drammatica e si rivolge direttamente ai suoi lettori con un appello:

“Cari Lettori, ogni giorno raccontiamo la Storia della nostra terra. Raccontiamo le speranze e le delusioni, i successi e le sconfitte, i grandi progetti e le piccole aspirazioni di donne e uomini di Puglia e Basilicata. Raccontiamo la straordinaria bellezza ma anche i tanti problemi dei luoghi in cui viviamo. Dalle città capoluogo ai piccoli paesi, dai centri più popolosi alle località montane, dal Gargano al Salento passando per le Murge, non c’è comunità cui la Gazzetta del Mezzogiorno non abbia dato e non dia voce.
A voi Lettori, noi giornalisti della Gazzetta non abbiamo mai chiesto nulla, se non di accordarci la cosa più preziosa per chi fa la nostra professione: la Vostra fiducia. Questa volta, chiediamo anche la Vostra solidarietà, per difendere il presidio di informazione garantito da oltre 130 anni dalla Gazzetta del Mezzogiorno. Sabato 29 dicembre, Vi invitiamo ad acquistare una copia del giornale, prenotandola due giorni prima in edicola.
Viviamo un momento difficile. La società proprietaria della testata è sottoposta a un provvedimento di sequestro-confisca da parte del Tribunale di Catania. L’amministrazione giudiziaria che è subentrata non può attingere alla leva finanziaria concessa a qualunque impresa. Il destino del nostro e Vostro giornale è incerto. Voi Lettori siete la nostra forza e il nostro sostegno più grande. Oggi più che mai siete i nostri editori. In questi giorni abbiamo ricevuto una valanga di attestazioni pubbliche di solidarietà, per le quali ringraziamo e di cui siamo orgogliosi. Ora è anche tempo di gesti concreti: acquistando La Gazzetta del Mezzogiorno sabato 29 dicembre possiamo lanciare un potente messaggio simbolico. Invitiamo i cittadini a sostenerlo e a rilanciarlo.
Ma rivolgiamo l’appello anche a istituzioni, enti pubblici, università, associazioni culturali e sportive: a tutti coloro, insomma, che al nostro giornale chiedono visibilità e la ottengono per le proprie iniziative. Tutti possiamo contribuire a difendere uno storico patrimonio della Puglia e della Basilicata. Grazie per quanto riuscirete a fare. Anche una sola copia in più, sabato 29 dicembre, dirà che la storia della Gazzetta non può terminare. E che noi giornalisti della Gazzetta dobbiamo continuare a raccontare, ogni giorno, la Storia della nostra terra”.
Fonte: lagazzettadelmezzogiorno.it
 

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 28 anni, sono una giornalista pubblicista, una copywriter, content creator e cantastorie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da due anni curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Scrivo e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock