Cultura e territorio

Re e regine in Capitanata, il soggiorno dei reali italiani nella nostra provincia

Foggia – Da sempre il nostro territorio viene amato e fortemente rispettato da tutti coloro che lo visitano per un vacanza o anche per un viaggio di lavoro, dalle persone più comuni, ai personaggi famosi e seguitissimi in tutto il mondo. Interessante vedere come questa cosa avvenga da secoli ormai e in particolare a fine ‘700 e a fine ‘800 quando quelli che noi ora definiremmo “vip”, erano proprio i reali di corte.

Infatti la provincia di Foggia è stata storicamente un luogo di soggiorni, feste, matrimoni per i nobili del tempo, oltre ad essere stata addirittura scenario di un tentato regicidio verso fine ‘800.

Dalle informazioni che abbiamo ricavato, sappiamo che nel 1797, in occasione del matrimonio tra il principe Francesco, duca di Calabria, erede al trono di Ferdinando IV di Borbone (re di Napoli durante quel periodo) e la principessa Maria Clementina d’Asburgo-Lorena che era stato preparato strategicamente da anni per garantire i rapporti diplomatici tra l’Italia e l’Austria.

Infatti questo era l’ultimo dei tre matrimoni che avvennero fra la famiglia reale napoletana e quella austriaca. Il 14 Aprile del 1797 iniziò il viaggio di Ferdinando IV verso Foggia per partecipare al matrimonio.

Una volta arrivato, venne accolto da un fiume di persone in festa che applaudirono al suo ingresso.

La sua dimora era a Palazzo Dogana, il quale venne il più velocemente possibile trasformato in Palazzo Reale e infatti fu quest’ultimo il luogo dove si svolsero i grandi festeggiamenti in seguito alla cerimonia religiosa.

Dopo aver soggiornato qui per qualche giorno, Ferdinando si avviò a compiere un lungo viaggio della durata di un mese nel quale toccò i posti più tipici del nostro territorio come San Severo, Gravina, Otranto, Bari. Durante la prima tappa del suo viaggio il re, insieme a un ristretto seguito di cortigiani e il suo fidato compagno di escursioni e di caccia Troiano Marulli, duca di Ascoli Satriano, fu catturato dagli immensi e curati campi di grano tanto che lo trovò ideale per le sue galoppate mattutine.

Da non dimenticare è anche l’importantissima visita a Foggia da parte del re Umberto I e della regina Margherita di Savoia il 16 Novembre 1878.

Quest’ultimo decise di voler compiere una specie di tour, insieme alla moglie e ai suoi sudditi, tra le città italiane più importanti per farsi conoscere e fortunatamente una delle sue tappe fu proprio il capoluogo della nostra Provincia.

Per il loro arrivo, in città venne creato un comitato per i festeggiamenti che elaborò un particolare programma di eventi che prevedeva l’imbandieramento e la decorazione delle strade cittadine e degli uffici lungo il percorso del corteo, insieme alla collocazione sul prospetto della chiesa di S.Francesco Saverio della stella Sabauda.

I Reali vennero ricevuti sin dal loro arrivo in stazione da delle bande musicali del posto, oltre ovviamente al corteo di persone che, curiose, si riversarono nelle strade per godersi il raro motivo del festeggiamento, fino all’arrivo in Prefettura dove ci fu il pranzo ufficiale.

Purtroppo i maestosi festeggiamenti vennero smorzati da due eventi inaspettati. Il giorno del corteo un certo Giovanni Canziani si fermò davanti alla carrozza del sovrano con aria minacciosa e poi si allontanò.

In seguito a questo episodio vennero compiute delle indagini e si scoprì che l’Altieri era un giovane cappellaio originario di Forlì, residente a Foggia, inoltre era da tempo un esponente anarchico.

Lo era anche Giovanni Passanante che aggredì il re Umberto appena tornato a Napoli il giorno dopo la visita a Foggia, riuscendo a ferirlo.

Infine ricordiamo la visita di re Ferdinando II di Borbone, figlio di Francesco I, a Foggia, il 15 maggio 1831.

Il sovrano visità la Cattedrale e poi si spostò nella Fiera, le cui antiche origini affondano le radici proprio nel lontano 1800.

Fonti:
https://www.academia.edu/6792834/Il_viaggio_dei_sovrani_in_Puglia_nel_1797

http://foggiaracconta.altervista.org/blog/curiosita/foggia-1878-mancato-regicidio/

http://www.darapri.it/immagini/nuove_mie/apprsecoli/nozze.htm

Wikipedia

https://www.google.it/amp/s/foggiareporter.it/foggia-visita-umberto-i-e-margherita.html/amp

Vincenzo Maddalena

20 anni. Studente di lettere moderne all’Università degli Studi di Foggia. Appassionato di libri, musica, serie tv e film. Come obiettivo principale mi pongo sempre quello di far conoscere realtà, idee diverse e interessanti di cui non si parla molto o se ne parla in maniera disinformata. Speranzoso soprattutto di continuare questo percorso giornalistico con buoni risultati.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock