TraWellit: la Capitanata a portata di app

La Provincia di Foggia ha un'offerta variegatissima e può diventare un ...

Foggia Reporter

La rubrica “Storie di successo” dedicata alle eccellenze made in Foggia ci conduce alla scoperta di una nuova e interessante iniziativa attraverso le parole di Paolo Delli Carri, giovane foggiano ideatore di un brillante progetto.

Al centro un’app incentrata interamente sulla Capitanata e intitolata “Trawellit”. L’idea è nata durante il tirocinio curricolare della Laurea Specialistica che Paolo ha frequentato presso il Museo Civico di Foggia e la Pinacoteca 900. Il Museo, in quel periodo, si stava dotando di un’ottima musealizzazione mentre la Pinacoteca, originariamente un mercato, era pressoché sconosciuta. Ha creato, in questo modo, un’app completa e fornita di un’ampia strumentazione che a breve sarà disponibile anche per sistemi IOS.

Il nome è stato scelto dopo la partecipazione a “Startup Weekend 2018” svoltosi a Foggia. Durante questo evento, insieme all’aiuto delle proposte di altri giovani menti, è stata proposta l’idea di una Startup “OhMyGuide”. L’obiettivo era quello di rendere prenotabile, attraverso app/sito, guide turistiche certificate e “local friend”. Il focus si è spostato unicamente sulle guide turistiche certificate ed  è nato così TraWellit: Travel+well+It.

L’obiettivo a lungo termine?  Continuare a lavorare cercando sempre di migliorare coinvolgendo le amministrazioni locali ed esercenti e raccontando le bellezze del nostro territorio attraverso un servizio affidabile e professionale. Di recente è nato anche un blog dedicato al racconto dei luoghi disponibili per le visite guidate che troverete digitando il link https://trawellit.com/

Tutto ciò è stato possibile grazie al minuzioso lavoro svolto in questi anni, che ha consentito di arricchire l’app e di offrire nuovi e dinamici mezzi per godere al meglio della cultura. L’app, al momento, è disponibile in tre lingue (Francese, Inglese e Italiano). Potrete trovare informazioni, orari e costi del sistema “Museo di Lucera”; come arrivare in bus, treno e auto; orari e costi dei mezzi pubblici; link alla pagina Facebook di TripAdvisor; geolocalizzazione e servizio e-mail diretta. Inoltre potrete interagire con la mappa del Museo cliccabile e nove schede con testo descrittivo, audioguida, foto ingrandibili, tasto per scattare fotografie condividendole direttamente sui profili social. Queste e tante altre sono le funzioni offerte da questo progetto, il cui successo conseguito scaturisce dal merito dei membri del team: Anna Rita Cocumazzi, Pasquale Di Chinno, Marilea Poppa, la Pro Loco di Lucera e la cooperativa Gisco Group a. r.l., con il dinamico presidente Giuseppe Toziano.


Alla nostra domanda:” La cultura può essere ancora un veicolo utile per far riemergere Foggia e la Capitanata dalle difficoltà in cui versa?” 

La risposta di Paolo è la seguente:” Assolutamente sì. Sulla nostra pagina Facebook abbiamo pubblicato diversi articoli che dimostrano quanto la cultura sia importante e quanto sia importante investire, e soprattutto credere in essa. La Provincia di Foggia ha un’offerta variegatissima e può diventare un volano per la crescita. Investire in cultura è la scelta giusta.”

Prima della pausa estiva è stata avviata una raccolta fondi per cercare di perfezionare ulteriormente il servizio tramite le donazioni. Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina Facebook ufficiale oppure cliccare sul sito web http://trawellitalia.altervista.org/