Comprami, Gloria e Balla: i tormentoni estivi annni ’70

Estate vintage: qual è il vostro tormentone preferito?

Foggia Reporter

Con l’arrivo dell’estate arrivano loro, i tormentoni estivi, canzoni che ci accompagneranno fino a settembre e che segneranno le interminabili giornate della nostra estate fatte di gelati, tuffi, baci al sapore di salsedine e lunghe passeggiate al tramonto.

Ogni anno canzoni e canzonette dai ritornelli orecchiabili che canticchiamo sotto la doccia dopo una giornata di mare o in macchina, fanno da colonna sonora al periodo più atteso dell’anno, quello estivo. Si sa, non c’è cioccolata calda o plaid che tenga, l’estate è la stagione più amata dell’anno e, inevitabilmente e puntualmente, si ritrova ad essere legata ad una canzone.

Dopo aver fatto un salto negli anni ’60, questa volta vogliamo fare un tuffo negli anni dei figli dei fiori, quando le canzoni rappresentavano un vero e proorio ponte musicale tra le ribellioni giovanili degli anni ’60 e la spensieratezza degli anni ottanta con i coinvolgenti ritmi disco.

Ecco le hit dell’estate degli anni ’70, qual è la vostra preferita?

Tu sei l’unica donna per me: Alan Sorrenti dopo aver fatto scatenare i ragazzi sulle note di “Figli delle stelle” sforna un altro grande successo che rimase ai primi posti delle hit parade dei singoli più venduti in Italia per l’intera stagione estiva.

Ricominciamo: l’estate del 1979 non è stata caratterizzata solo da ritmi travolgenti, c’erano anche i lenti, quelli da ballare stretti stretti in riva al mare che hanno fatto innamorare tanti giovani. Tra questi quello più romantico era proprio “Ricominciamo”, la hit di Adriano Pappalardo.

Comprami: “Comprami, io sono in vendita”, cantava Viola Valentino (nome d’arte di Virginia Maria Minnetti). Una hit estiva che riscosse un grandissimo successo sia in Italia che in Spagna, dal testo volutamente provocatorio.

Splendido Splendente: regina indiscussa degli anni ’70 era lei, la biondissima Donatella Rettore, oggi un vero e proprio evergreen ballato e cantato da tutte le generazioni.

Fin che la barca va: una canzone che fa subito venire in mente il mare e la spensieratezza dell’estate. Questo brano cantanto da Orietta Berti agli inizi degli anni ’70 è ancora oggi popolarissimo in Italia e sinonimo d’estate.

Gloria: sulle note di questa canzone di Umberto Tozzi non si può star fermi. Diventanta nel corso degli anni la canzone simbolo di veglioni, matrimoni e feste varie, sin da subito riscose grandissimo successo diventando una delle canzoni più ballate in tutta Italia.

Balla: Umberto Balsamo ha raggiunto la sua popolarità proprio con questo trascinante brano estivo diventato popolare sin da subito e ancora oggi considerato un vero e proprio tormentone estivo.