Stop alla caccia in Puglia: sospensione fino al 24 ottobre

Voi da che parte state? Da quella degli ambientalisti o dei cacciatori?

Foggia Reporter

In questi giorni sta facendo molto parlare la notizia sulla sospensione della caccia in Puglia: le attività di caccia, infatti, saranno sospese fino al 29 ottobre.

A pochi giorni dall’inizio della stagione venatoria, infatti, il consiglio di Stato, su ricorso dell’associazione ‘Verdi ambiente e società’, ha sospeso il calendario venatorio in tutta la Regione Puglia in attesa dell’udienza collegiale fissata a fine mese.

Si fa riferimento ad un documento in cui l’associazione metteva nero su bianco le incongruenze relative al calendario venatorio del corrente anno stilato dalla Regione Puglia.

Per gli ambientalisti il testo regionale si fonda su un piano faunistico venatorio che è scaduto nel 2014 e che si è deciso di prorogare di anno in anno. Di conseguenza il documento non rispetterebbe il parere tecnico scientifico dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

In tutta la regione, fino al 24 ottobre prossimo, quindi, l’avvio della stagione di caccia non è valido. le associazioni venatorie, però, il 7 ottobre si sono riunite presso la sede di Federcaccia Lecce, per cercare una soluzione che consenta di superare il blocco istituito dal consiglio di Stato.

Le associazioni venatorie pugliesi hanno sottoscritto una nota urgente con la quale chiedono l’adozione di una delibera immediatamente esecutiva, che modifichi la deliberazione della Giunta Regionale.

Nello specifico le Associazioni hanno chiesto alla Giunta di modificare il calendario recependo in toto il parere espresso da ISPRA. Questo dovrebbe consentire di superare la sentenza del Consiglio di Stato che aveva basuto la sua decisione sulla necessita di “approfondire, quantomeno nella sede cautelare collegiale ed in contraddittorio, i profili di adeguatezza dei motivi in base ai quali la Regione Puglia si è discostata da significativi rilievi critici del parere tecnico-scientifico dell’ISPRA“.