Attualità

Raro “falco di palude” salvato dalla Guardia di Finanza

Una pattuglia della Tenenza di Torre Fantine, impegnata in attività di contrasto ai traffici illeciti lungo le coste a nord della provincia, ha tratto in salvo un raro esemplare di “Falco di Palude”. I Finanzieri, percorrendo il tratto della ss. 16 Adriatica nei pressi di Ripalta, hanno notato un volatile appollaiato a bordo carreggiata. Al fine di porre in sicurezza l’animale ed evitare pericoli per la viabilità stradale, hanno immediatamente azionato i dispositivi lampeggianti dell’autoveicolo in dotazione rallentando le macchine che seguivano fino a bloccare il traffico per il tempo strettamente necessario a prelevare il volatile ed evitare che potesse essere travolto. Da un primo esame visivo, i militari hanno notato che si trattava di un falco che non riusciva a muovere una delle due ali. Trasportato presso un centro veterinario, è stato accertato che il rapace, un raro esemplare di Falco delle Paludi – in Italia è presente una popolazione riproduttiva di 60-100 coppie – aveva un’ala spezzata e non era in grado di volare. Dopo le prime cure, il rapace è stato affidato ai volontari della LIPU di Foggia per essere trasportato al Centro Faunistico Regionale di Bitetto (BA) dove riceverà tutte le cure necessarie per la sua completa guarigione e per essere posto nuovamente in libertà.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio