Crediti Foto: Foggiacalciomania

Il Foggia ad un foggiano! Padalino risolve il contratto con il Lecce: ecco quando sarà presentato e quando siederà in panchina

Il compito dell'allenatore nato a Foggia e già passato dallo stadio ...

Foggia Reporter
Il Foggia ad un foggiano: è la settimana di Pasquale Padalino che, già annunciato allenatore dei rossoneri, sarà presentato ufficialmente in queste ore (al massimo mercoledì), come riporta http://gianlucadimarzio.com.
Il tecnico infatti ha risolto soltanto ora il contratto che lo legava ancora al Lecce, dopo la travagliata esperienza di due anni fa: dai giallorossi fu esonerato proprio in prossimità dei playoff.
Per l’esordio in panchina però ci sarà ancora da aspettare: a causa di una squalifica rimediata in un Lecce-Matera, non sarà possibile guidare la squadra da bordo campo già a Salerno contro la Salernitana e dunque si dovrà attendere la partita contro il Perugia, giovedì 27 dicembre in Umbria. A sostituirlo momentaneamente, come già contro la Cremonese, ci sarà Gaetano Pavone, che ha così assaggiato la Serie B ed aiutato a portare a casa i 3 punti
domenica.
Il compito dell’allenatore nato a Foggia e già passato dallo stadio “Zaccheria” prima come giocatore (a partire dalle giovanili fino al periodo 1988-92 in prima squadra, poi di nuovo nella stagione 1994-95) e poi come allenatore (nel biennio 2012-14), è quello di ridare speranza ai rossoneri, invischiati nella lotta per non retrocedere con 12 punti, frutto di 5 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte, che senza penalizzazione proietterebbero la squadra al decimo posto alla pari di Ascoli, Venezia e Salernitana.
Per farcela, l’intento sembra quello di ripartire dall’inedito 3-5-2 visto con la Cremonese, che sembra offrire le dovute garanzie e ha ridato vita alla coppia d’attacco Iemmello-Mazzeo, per la prima volta in gol entrambi dall’inizio della stagione. Da loro due, oltre che dalla rinascita di Kragl a centrocampo (ancora a segno su punizione, non è più una novità), passano i sogni dei tifosi che sperano di poter riemergere definitivamente dai bassifondi della classifica, che non può certo rimanere questa se si guardano i valori di una rosa costruita per puntare ad altri obiettivi.
Una tifoseria che merita ben altro rispetto alla situazione attuale e che, proprio a Cremona, ha dimostrato sensibilità e fairplay: a causa della notizia della morte di un tifoso locale, i supporters rossoneri hanno deciso di rimuovere gli striscioni dal settore ospiti smettendo di intonare cori. Gesto apprezzato dalla società di casa che li ha poi ringraziati con una nota dal proprio sito.
La sfida di Padalino dunque è quella di salvarsi e magari riportare in alto il Foggia nonostante l’handicap iniziale, che molti vedevano come un ostacolo troppo duro da superare e che avrebbe inciso troppo sul morale e sulle motivazioni dei giocatori. Per i tifosi che invece hanno creduto e continuano e credere nel Diavolo c’è la possibilità di puntare nei siti di scommesse: ora la quota salvezza è meno alta rispetto ad inizio stagione e si può invece sognare nella promozione, con i vari palinsesti che pagano fino a 15 volte la posta questa ipotesi.